Truffa Bitcoin: hackerati gli account di Obama, Bezos, Gates e Musk. Cosa è successo?

16 luglio 2020 - 09:00 |
16 luglio 2020 - 10:45 |

Truffa Bitcoin: cosa è successo agli account di Obama, Bezos, Bill Gates ed Elon Musk

Truffa Bitcoin: hackerati gli account di Obama, Bezos, Gates e Musk. Cosa è successo?

Una nuova truffa dei Bitcoin ha travolto questa volta non soltanto semplici cittadini ma anche gli account Twitter di personaggi famosi.

Un massiccio attacco hacker è stato perpetrato ai danni di Barack Obama, Bill Gates, Elon Musk e Jeff Bezos ed è stato reso noto dallo stesso social cinguettante.

Truffa Bitcoin: cosa è successo?

La vicenda, che ha dell’incredibile, è finita sulle prime pagine dei quotidiani nazionali e internazionali qualche ora fa.

A parlarne il social network Twitter che ha confermato di aver subito un massiccio attacco hacker, tanto imponente da arrivare a violare account di Obama, Bill Gates e altri personaggi famosi.

Il tutto, si noti, con l’obiettivo di promuovere una truffa sui Bitcoin, legata dunque alla moneta virtuale per eccellenza.

Stando alle notizie giunte dagli States, sugli account in questione sono comparsi dei tweet che hanno invitato a inviare denaro su alcuni indirizzi elettronici con la promessa di raddoppiare quelle cifre una volta terminata la transazione.

“Mi sento generoso per via del coronavirus”, è la frase comparsa sul post di Elon Musk che ha contribuito (involontariamente) a diffondere la citata truffa dei Bitcoin.

“Raddoppierò qualsiasi pagamento in BTC inviato al mio indirizzo BTC nella prossima ora. Buona fortuna e state attenti lì fuori!”

Come anticipato, anche l’account Twitter di Barack Obama è stato hackerato e sul profilo dell’ex Presidente USA è comparso il seguente post:

“Voglio dare qualcosa indietro alla mia comunità a causa del COVID-19! Tutti i Bitcoin inviati al mio indirizzo qui sotto verranno restituiti duplicati. Se manderete $1.000 vi ridarò $2.000! Lo farò solo per i prossimi 30 minuti! Divertitevi.”

Neanche Bill Gates è scampato al massiccio attacco hacker contro Twitter e suo malgrado ha partecipato in maniera involontaria alla truffa dei Bitcoin.

“Tutti mi stanno chiedendo di dare qualcosa indietro e il momento è arrivato. Per i prossimi 30 minuti raddoppierò tutti i pagamenti inviati al mio indirizzo BTC. Se mi mandi $1.000 ti restituisco $2.000. ”

Nell’occhio del ciclone sono finiti anche l’attuale candidato alla presidenza USA Joe Biden e il fondatore di Amazon Jeff Bezos, ma non l’inquilino della Casa Bianca Donald Trump.

Come dichiarato da Twitter, l’emergenza non è ancora rientrata e non è chiaro al momento cosa è successo, in che modo e quante persone sono cadute in questa nuova truffa dei Bitcoin.

Si raccomanda dunque di prestare sempre la massima attenzione ai link che ci accingiamo ad aprire, su qualunque social o sito internet in cui ci troviamo. Quella su Twitter, infatti, è stata soltanto l’ultima di una lunga serie di truffe sulle monete virtuali.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1227 voti

VOTA ORA