Telepass è un sistema, nato poco più di 30 anni fa, che permette di riscuotere automaticamente il pedaggio autostradale. Dopo aver debuttato nel nostro paese nel lontano 1989, ed essendo disponibile per i privati dal 1998, adesso il sistema è presente praticamente in ogni casello autostradale in Italia.

Di seguito andremo a vedere come funziona Telepass, dove si fa e quanto costano i vari piani di abbonamento previsti per questo sistema che indubbiamente rende più semplice la vita degli automobilisti.

Telepass: cosa è e come funziona

Il sistema Telepass funziona per mezzo di una sorta di “scatoletta” che si deve tenere nella propria auto e che comunica direttamente con il casello autostradale segnalando il passaggio del veicolo.

Il segnale che questa scatoletta, che deve essere obbligatoriamente presente nella nostra auto, manda ad un impianto ottico viene poi captato dal trasponder, che a sua volta manda un ulteriore segnale che permette alla sbarra di alzarsi emettendo al contempo un avviso sonoro sia in ingresso che all’uscita del casello.

In automatico al nostro passaggio avviene il pagamento che poi sarà addebitato sul conto corrente associato al dispositivo che andremo a pagare trimestralmente. Si tratta dunque di un sistema che semplifica la vita del conducente che non deve fermarsi al casello per pagare in contanti e che velocizza il passaggio evitando le classiche file ai caselli che invece ancora oggi continuano a caratterizzare i caselli privi di Telepass.

Come posizionare correttamente il device nella nostra auto

Ricordiamo inoltre che per poter utilizzare Telepass nella maniera corretta e non avere alcun problema al casello autostradale, occorre posizionare il dispositivo sul parabrezza al fianco dello specchietto retrovisore grazie al velcro adesivo fornito in dotazione. In questa maniera il sistema capterà la nostra presenza e la sbarra si alzerà senza problemi.

Dove comprare il Telepass in Italia

Per quanto riguarda i luoghi in cui è possibile acquistare il Telepass, innanzi tutto questo potrà essere ottenuto immediatamente recandosi presso un Punto Blu. In uno di questi luoghi presenti sul territorio italiano in maniera capillare riempiendo degli appositi moduli sarà possibile ricevere subito il device potendo usare il Telepass immediatamente.

Il Telepass si può però anche ottenere recandosi nelle Banche abilitate e in tutti gli sportelli postali presenti sul territorio italiano. In questo caso però non sempre si potrà usare immediatamente il device. Infatti in alcuni casi si potrebbe dover aspettare l’attivazione per la quale possono passare sino a 3 giorni.

Infine, l’ultimo modo per attivare Telepass nella propria auto è online. In questo caso ci si dovrà collegare sul sito ufficiale telepass.it e seguire le istruzioni scritte per richiedere il proprio device. Ricordiamo ovviamente che tra i dati personali che in tutti questi casi ci verranno richiesti sarà necessario anche fornire il proprio codice IBAN per poter così addebitare gli importi del pedaggio autostradale.

Quanto costa avere il Telepass? Abbonamenti e prezzi

Se inizialmente esisteva un solo tipo di Telepass, adesso invece il cliente può optare per vari tipi di abbonamento. Le tipologie di Telepass a cui ci si può abbonare sono:

  • Standard: prevede un costo di 1,26 euro al mese (fattura trimestrale) più i costi di pedaggi e altri servizi;
  • Telepass Strisce Blu: qui i costi sono gli stessi dello Standard ma che in più ci permette di pagare anche il parcheggio della nostra auto sulle strisce blu;
  • Telepass Pay: questa soluzione invece richiede un canone fisso più elevato, di 2,50 euro al mese ma che ci permette di pagare anche parcheggi, taxi e il carburante il tutto utilizzando un’apposita app.
  • Telepass Premium : con ulteriori 1,5 euro al mese rispetto alla versione Pay ci consente di usufruire di vari sconti per servizi e beni e inoltre ci garantisce anche l’assistenza stradale h24 e molto altro ancora.

Per completezza dobbiamo anche dire che oltre al Telepass con abbonamento esiste anche il ricaricabile. La differenza, fondamentalmente, sta nel fatto che esso non richiede alcun canone di abbonamento o noleggio ma va regolarmente acquistato e che si ricarica solo quando serve inserendo il credito necessario.

Questo ovviamente si riduce ogni qualvolta lo utilizziamo passando da un casello fino ad azzerarsi completamente. In quel caso per poter continuare ad utilizzarlo si dovrà ricaricare il credito.

In questo caso il device dispone di un display retroilluminato che mostra l’importo dei pedaggi, il credito rimanente e i messaggi di servizio. Al momento il Telepass ricaricabile è però limitato solo ed esclusivamente ad alcune arterie autostradali della Campania e della Sicilia. Il costo di questo sistema ricaricabile è di 49.99 euro e si può acquistare nei Punti Blu e anche in alcuni negozi di elettrodomestici.

La novità del Telepass europeo

Il Telepass si può utilizzare ormai su tutti i caselli autostradali in Italia. Inoltre segnaliamo anche che da qualche tempo è nato anche il cosiddetto Telepass Europeo che ci consente di pagare i pedaggi autostradali anche al di fuori dei confini italiani.

Per usufruire di questa opzione si dovranno pagare ulteriori 2,5 euro al mese e la si dovrà attivare sul proprio profilo Telepass. Ricordiamo infine che per il momento la possibilità di utilizzare Telepass anche fuori dall’Italia è ammesso solo in Francia, Spagna e Portogallo.