Stipendi allenatori Serie A: Conte il più pagato, la Juve con Pirlo risparmia

La classifica degli stipendi degli allenatori della nostra Serie A: Antonio Conte è di gran lunga il mister più pagato, la Juventus con Andrea Pirlo risparmia ma ha ancora a libro paga Maurizio Sarri.

Stipendi allenatori Serie A: Conte il più pagato, la Juve con Pirlo risparmia

Non ci sono soltanto i calciatori ad avere un alto costo, ma in questo calcio sempre più segnato da spese folli e da contratti milionari anche gli allenatori non possono di certo lamentarsi dei loro guadagni.

Naturalmente parliamo dei mister arrivati ad allenare nei vari top club, non di quelli che passano fredde serate in campetti di periferia spesso senza vedere mai neanche un rimborso ma animati soltanto dalla passione.

Ma quanto guadagnano gli allenatori della nostra Serie A? Dando uno sguardo a un report della Gazzetta dello Sport, appare evidente il divario tra Antonio Conte e tutti i suoi colleghi.

C’è da dire poi che l’Inter ha ancora a libro paga Luciano Spalletti per 4,5 milioni l’anno, così come la Juventus Maurizio Sarri per 5,5 milioni ma i bianconeri con l’ingaggio di Andrea Pirlo hanno decisamente risparmiato rispetto al passato.

Gli stipendi degli allenatori in Italia

Quello dell’allenatore di calcio non è uno dei mestieri più semplici al mondo, ma di sicuro è tra quelli - a certi livelli - meglio pagati. Se guardiamo infatti alla Serie A i mister nostrani non possono di certo lamentarsi dei loro stipendi.

In questa stagione l’allenatore più pagato in Italia non poteva che essere Antonio Conte dell’Inter, seguito da Paulo Fonseca della Roma e Gian Piero Gasperini dell’Atalanta.

Ecco la classifica degli stipendi degli allenatori in Serie A (fonte Gazzetta dello Sport).

  • Antonio Conte (Inter) - 12 milioni
  • Paulo Fonseca (Roma) - 2,5 milioni
  • Gian Piero Gasperini (Atalanta) - 2,2 milioni
  • Stefano Pioli (Milan) - 2 milioni
  • Simone Inzaghi (Lazio) - 2 milioni
  • Sinisa Mihajlovic (Bologna) - 2 milioni
  • Andrea Pirlo (Juventus)- 1,8 milioni
  • Claudio Ranieri (Sampdoria) - 1,8 milioni
  • Eusebio Di Francesco (Cagliari) - 1,5 milioni
  • Gennaro Gattuso (Napoli) - 1,5 milioni
  • Marco Giampaolo (Torino) - 1,5 milioni
  • Roberto De Zerbi (Sassuolo) - 1,1 milion1
  • Filippo Inzaghi (Benevento) - 1 milione
  • Ivan Juric (Verona) - 1 milione
  • Beppe Iachini (Fiorentina) - 0,9 milioni
  • Rolando Maran (Genoa) - 0,85 milioni
  • Luca Gotti (Udinese) - 0,6 milioni
  • Giovanni Stroppa (Crotone) - 0,6 milioni
  • Fabio Liverani (Parma) - 0,5 milioni
  • Vincenzo Italiano (Spezia) - 0,5 milioni

Stipendi netti

Come si può vedere tra il più pagato e quello meno ci sono 11,5 milioni di differenza. Un divario molto ampio che in qualche modo fotografa la forbice che separa il budget dei grandi club italiani da quelli medio-piccoli.

In generale Antonio Conte visto il super ingaggio rappresenta una sorta di eccezione per quanto riguarda la Serie A, con il suo stipendio simile a quello dei top manager della Premier League.

Soprattutto se rapportiamo lo stipendio del mister dell’Inter a quello di Andrea Pirlo alla Juventus e Gennaro Gattuso al Napoli, c’è di fatto un abisso anche tra il salario del tecnico salentino e quello dei suoi colleghi dei club di prima fascia.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories