Sondaggi elezioni regionali 2020: sorpresa in Toscana, nuovi dati Marche

Potrebbe essere un testa a testa in Toscana, tra Giani del centrosinistra e Ceccardi del centrodestra: PD sempre primo partito. Nelle Marche, un candidato sempre essere in netto vantaggio.

Sondaggi elezioni regionali 2020: sorpresa in Toscana, nuovi dati Marche

L’appuntamento con le elezioni regionali 2020 si avvicina. Il 20 e 21 settembre saranno chiamati alle urne, tra gli altri, gli elettori della Toscana e delle Marche. L’ultimo sondaggio elettorale Opimedia commissionato da ToscanaMedia-QUInews preoccupa il centrosinistra che seppure in leggero vantaggio e tra l’altro in recupero rispetto al centrodestra con sorpasso effettuato, rischia ancora di perdere la regione.

Il candidato presidente Eugenio Giani sembrava essere in netto vantaggio secondo i sondaggi di altri istituti risalenti al mese di giugno. Ma in realtà, già il sondaggio Opimedia realizzato a maggio e reso noto a giugno, indicava un testa a testa con Susanna Ceccardi. Faremo chiarezza in seguito, con le intenzioni di voto ai candidati e ai partiti politici, ma adesso apriamo una parentesi che riguarda le elezioni regionali nelle Marche.

Sondaggio regionale Marche 2020: sorride il centrosinistra

Per quanto concerne le Marche, sembra esserci l’ennesimo ribaltone sondaggista. Il candidato del centrodestra Francesco Acquaroli, sembrava essere passato in vantaggio su Maurizio Mangialardi, lo hanno rilevato diversi istituti nei mesi precedenti. Ma nelle ultime ore, sta girando un sondaggio che indica il candidato PD e sostenuto dal centrosinistra Mangialardi, in vantaggio di addirittura 11 punti percentuali, nonostante Acquaroli possa contare su un 8% in più basato sulla forza delle liste.

Il candidato di centrosinistra Mangialardi non si spiega come siano potuti trapelare i suddetti dati, senza negare che il PD e gli altri partiti hanno di sicuro i propri sondaggi interni. “Un sentiment molto positivo nell’aria c’è”, sostiene Mangialardi che sta girando in lungo e in largo le Marche.

Sondaggi regionali Toscana 2020: probabile testa a testa Giani-Ceccardi

L’ultimo sondaggio elettorale realizzato da Opimedia a giugno e reso noto a luglio 2020, indica il candidato alla presidenza della Regione Toscana, Eugenio Giani, sostenuto da PD+Sinistra+Verdi+Italia Viva+Europa, con il 44% dei consensi. Di contro, la candidata Susanna Ceccardi sostenuta naturalmente dalla Lega, ma anche da Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lista Ceccardi, risulta raccogliere il 42% dei consensi.

Decisamente lontani agli altri due candidati: Irene Galletti del Movimento 5 Stelle al 7%; Tommaso Fattori della lista Toscana a Sinistra al 3%. Si ricorda, che l’attuale legge elettorale della Toscana prevede una soglia di sbarramento del 10% per quanto concerne le coalizioni, del 5% per le liste singole e del 3% per quelle in coalizione.

Intenzioni di voto regionali Toscana 2020

Si conferma primo partito della regione il Partito Democratico indicato al 32%, dato invariato rispetto a circa un mese prima. Segue la Lega al 23% ma in calo di un punto; stabile Fratelli d’Italia al 13%; perde un punto anche Forza Italia che si attesta al 4%; lista a sostegno di Ceccardi 3%. Scende al 7% Italia Viva; stabile al 7% il M5S; Lista Toscana a Sinistra 3%; Verdi e Azione al 2%.

La coalizione di centrodestra raggiunge il 42% ma registra un calo di circa 2 punti, rispetto al mese scorso. Il centrosinistra con il 44% si avvicina a quel 45% che permetterebbe lo scatto del premio di maggioranza.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories