Smartphone in acqua, rimedi: ecco cosa fare

Il vostro smartphone è caduto in acqua? Come salvare il telefono bagnato e recuperare il cellulare senza troppi danni? Ecco alcuni rimedi.

Smartphone caduto in acqua? Prima di farvi prendere dalla disperazione per avere tra le mani un telefono bagnato senza sapere che fare, cercate di rianimare il cellulare finito in acqua.

Quali sono i rimedi per lo smartphone finito in acqua? Cosa fare per recuperare il telefono bagnato e tentare di asciugarlo?

In estate, al mare, sulla spiaggia, il pericolo che lo smartphone possa finire in acqua è dietro l’angolo: esiste una soluzione o dei rimedi?

La soluzione migliore potrebbe essere quella di acquistare telefoni equipaggiati per resistere all’acqua e alla polvere, ma se questo non è possibile e vi doveste trovare nella situazione di dover soccorrere il vostro telefono caduto rovinosamente in acqua qui troverete un «manuale di primo soccorso per smartphone, telefoni ed iPhone».

Ecco cosa fare nel caso in cui il vostro smartphone sia caduto in acqua.

Smartphone in acqua: cosa devo fare?

Quando uno smartphone, telefono o iPhone cade in acqua bisogna restare calmi, agire in fretta ed essere coscienti del fatto che l’acqua agisce velocemente bruciando i circuiti elettrici.

Ecco cosa fare se il vostro smartphone è finito in acqua ed è bagnato:

  1. spegnere immediatamente il dispositivo, se lo permette direttamente togliendo la batteria. La tempestività in questi casi è fondamentale;
  2. asciugare tutti i residui di acqua visibili con un panno delicato facendo attenzione a non tralasciare parti del bordo, fori, viti;
  3. togliere ed asciugare se presente la scheda di memoria esterna e la scheda SIM, per asciugare gli alloggi delle schede si può utilizzare della carta velina;
  4. agitare il telefono per aiutare la fuoriuscita dell’acqua residua.

Smartphone in acqua: forno e phon sono un buon rimedio?

Terminata l’asciugatura iniziale vi sconsigliamo vivamente di tentare una riaccensione del dispositivo: anche se apparentemente il telefono è asciutto è altamente improbabile che siate riusciti ad asciugarlo completamente.

A questo punto bisogna passare a metodi più strong per riuscire a risolvere e si, forno e phon per capelli sono una buona idea, ma vanno usati con attenzione.

Prima di passare a questi metodi forti bisogna assicurarsi del fatto che il telefono sia completamente libero da Sim e schede di memoria.

Se rivuole utilizzare il forno per eliminare le ultime tracce di umidità bisognerà posizionare il telefono all’interno di una scatola di cartone ed accendere il forno alla temperatura di 40-50 gradi. Sarà necessario a questo punto farlo «cuocere» per un’intera notte.

Se invece si preferisce asciugare il telefono con un phon per capelli bisognerà tenerlo alla potenza minima, distanziato almeno 30 cm dal telefono per circa 30 minuti.

Se si sceglie questo metodo è fondamentale fare attenzione a non surriscaldare lo schermo perché si rischia di andare incontro al malfunzionamento del touch screen.

Smartphone in acqua: il rimedio del riso funziona?

È uno dei metodi più conosciuti e dibattuti, di una semplicità disarmante e basato sulle proprietà assorbenti del riso.

Sarà sufficiente riempire una ciotola di riso, immergere il telefono al suo interno ed attendere dalle 24 alle 48 ore in modo che il riso possa assorbire tutte le tracce di umidità rimaste.

Questa soluzione è particolarmente adatta a scongiurare la distruzione dei telefoni caduti in acqua salata.

Si tratta di un buon metodo, molti utenti sono rimasti soddisfatti ed hanno potuto recuperare il proprio dispositivo in questo modo, ma ricordiamo che molto dipende dalle condizioni in cui versa il telefono al momento del tentativo di riparazione.

Un’alternativa a questo metodo è quella di utilizzare palline in gel di silice, le bustine che generalmente si trovano nella scatola quando si acquistano apparecchi elettronici, ma sono più difficili da reperire rispetto al semplice riso.

Smartphone in acqua: si può veramente salvare?

Le soluzioni precedentemente descritte sono state giudicate utili ed idonee da molti utenti, ma non da tutti.

Riuscire a recuperare un telefono caduto in acqua dipende dal livello di gravità delle lesioni riportate, dalla tempestività con cui è stata tolta la batteria o è stato spento il dispositivo.

Seguite alla lettera i consigli ed avrete una possibilità. A questo punto non resta che augurarvi in bocca al lupo!

Iscriviti alla newsletter Tecnologia

Argomenti:

iPhone Smartphone

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.