Rimborso abbonamento calcio Sky e DAZN: si può richiedere?

Il coronavirus infetta anche il mondo del calcio e delle pay TV: è possibile avere il rimborso da Sky e DAZN per i pacchetti e abbonamenti sport? Ecco cosa sappiamo.

Rimborso abbonamento calcio Sky e DAZN: si può richiedere?

L’effetto coronavirus sul mondo del calcio ha portato alla sospensione del campionato di Serie A a cui, molto probabilmente, seguirà anche l’Europa League e la Champions League. Gli abbonati ai pacchetti calcio Sky e a DAZN ora cercano il rimborso per gli abbonamenti attivi, vista la straordinaria circostanza.

Si può richiedere il rimborso dell’abbonamento calcio di Sky e DAZN, non essendo ora attiva alcuna manifestazione calcistica (e anche il resto dello sport si ferma, dalla NBA alla Formula 1)? Molti sono i dubbi in merito, vista anche l’eccezionalità dell’emergenza coronavirus, arrivata a cambiare i piani anche del mondo del calcio.

Chi ha pagato per la pay TV con l’intenzione di seguire il calcio ora cerca rimborsi o la possibilità di annullare il costo del pacchetto calcio: ricordiamo che le partite di Serie A sono divise tra Sky, con 7 match, e DAZN che ne ha invece tre.

Gli effetti del coronavirus potrebbero quindi segnare pesantemente il mondo del calcio e delle reti private a pagamento mettendo in crisi una macchina che fino a oggi non hai mai inceppato i propri ingranaggi.

Rimborso pacchetto calcio Sky: come richiederlo

Se annullare l’abbonamento a Sky o DAZN è possibile, discorso diverso riguarda la possibilità di ottenere un rimborso per i servizi non consumati, incluso il pacchetto calcio. Il Codice civile italiano va incontro alle pay TV in questo senso, indicando nell’articolo 1256 come il debitore sia libero dall’obbligazione se sopraggiunge una causa a lui non direttamente imputabile.

Cosa significa? Che Sky, debitore, è tutelato nel non poter garantire la messa in onda delle partite di Serie A per una causa di forza maggiore, in questo caso la pandemia da coronavirus e l’emergenza in Italia.

Questo in parole povere vuol dire che Sky, con le partite non giocate a causa del dpcm dell’11 marzo, non è tenuta ad alcun risarcimento ai propri abbonati. Sky ha regolarmente mandato in onda tutte le competizioni possibili attenendosi alle disposizioni statali alla lettera.

L’unica circostanza in cui un abbonato può ottenere una forma di rimborso, per quanto riguarda Sky, riguarda la mancata fruizione di un canale per un tempo superiore alle 24 ore (rimborsando una somma di denaro che è proporzionato al momento di stop della visione).

Rimborso DAZN e pacchetto calcio Now TV: cosa fare

Il discorso cambia quando ci rivolgiamo alle internet TV come DAZN o Now TV: se in questo caso annullare l’abbonamento è decisamente più facile, in quanto piattaforme che coprono un mese o una settimana d’abbonamento attraverso diversi pacchetti e ticket, liberarsi della sottoscrizione è sicuramente più facile e immediato.

La disdetta a Sky richiede infatti 30 giorni d’anticipo, mentre per DAZN e Now TV è sufficiente interrompere l’abbonamento rivolgendosi all’app o al servizio clienti ufficiale (solitamente basta rimuovere il metodo di pagamento con cui avviene la sottoscrizione automatica ogni mese).

Il rimborso è, in ogni caso, impossibile da ottenere: l’epidemia che ha colpito l’Italia e la pandemia mondiale non sono condizioni imputabili a queste società, che possono al limite favorire la disdetta dei servizi e degli abbonamenti.

Non è da escludere che Sky e DAZN possano, in futuro, provare a farsi perdonare questa rigida applicazione del codice favorendo abbonamenti agevolati e offerte speciali. Se questo avverrà lo sapremo, purtroppo, solo nei prossimi mesi.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Sky

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.