Pensione a 59 anni, ecco quando è programmabile

Lorenzo Rubini

10 Giugno 2021 - 13:57

condividi

Non sempre è possibile programmare il proprio pensionamento prima dei 60. Ma per chi ha iniziato a lavorare molto presto ci sono diverse possibilità.

Pensione a 59 anni, ecco quando è programmabile

Per accedere al pensionamento a 59 anni bisogna puntare sulle misure che permettono la quiescenza indipendentemente dall’età come la quota 41 per lavoratori precoci o come la pensione anticipata ordinaria. Entrambe le misure, infatti, non fissano una età anagrafica precisa per poter uscire dal mondo del lavoro ma richiedono di soddisfare altri requisiti, tra cui quello contributivo.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buonasera, se io ho 37 anni di contributi e 54 anni ,quando posso andare in pensione?”

Pensione a 59 anni, ecco quando

Per chi oggi ha 54 anni di età e 37 anni di contributi la strada della pensione è tutta in discesa. Nel suo caso, infatti, avendo iniziato a lavorare prima del compimento dei 18 anni le possibilità di pensionamento anticipato possono essere al raggiungimento dei 41 o dei 41 anni e 10 mesi di contributi. Nella peggiore delle ipotesi, quindi, a circa 59 anni sarà in pensione.

Se rientra in uno dei profili di tutela previsti dalla quota 41, infatti, potrebbe pensionarsi anche al raggiungimento dei 41 anni di contributi, visto che ha sicuramente 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età.

Per poter accedere a questo tipo di pensionamento deve trovarsi, al raggiungimento dei 41 anni di contributi, in una delle seguenti condizioni:

  • essere disoccupata a seguito di licenziamento ed aver terminato di fruire da almeno 3 mesi di tutta l’indennità di disoccupazione spettante;
  • essere invalida con percentuale pari o superiore al 74%;
  • prendersi cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente con grave handicap ai sensi della legge 104 del 1992;
  • appartenere ai lavoratori che svolgono lavoro usurante o mansioni gravose.

In assenza dell’appartenenza ad uno di questi profili dovrebbe ritardare il pensionamento di 10 mesi e dovrà raggiungere i 41 anni e 10 mesi di contributi, il requisito richiesto alle donne per poter accedere alla pensione anticipata ordinaria prevista dalla legge Fornero.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it