Le moto usate sono un’ottima soluzione per chi vuole cambiare moto e ha delle esigenze ben specifiche, sia per chi è alla sua prima due ruote e vuole contenere le spese. La scelta di puntare sull’usato per le moto è leggermente meno insidiosa rispetto alle automobili: se infatti le auto possono nascondere grane tecniche, di carrozzeria e negli interni, almeno sulle due ruote un problema è eliminato.

Investire sul nuovo è più una manovra da esperti o da grandi utilizzatori, in ogni caso centauri che sanno valorizzare la spesa sul lungo periodo. Per chi invece vuole risparmiare, l’usato è la scelta giusta, sia se si compra in un concessionario (con annessa garanzia) sia che si compra presso un privato.

In questo caso bisogna prestare molta attenzione agli annunci online, spesso poco sicuri: il rischio è di trattare per un’auto che potrebbe dare dei problemi. Prima di mettersi alla ricerca, inoltre, è bene chiarirsi le idee: prima di tutto stabilire un budget per l’acquisto della moto, di conseguenza decidere se deve durare a lungo nel tempo o se occorre solo per poco. Infine, è bene focalizzarsi sui propri gusti: sportive, custom, cafè racer, enduro o da turismo.

Vediamo quindi 5 consigli per acquistare moto usate spendendo bene ed evitando truffe.

Moto usate, 5 consigli per comprare

1) Consultare le quotazioni dell’usato
Se si è deciso per l’usato, che usato sia: prima di cercare annunci, è bene controllare e annotarsi le valutazioni dei modelli che più ci interessano, in modo da non prestare troppa attenzione agli annunci troppo al di sotto del prezzo consigliato dalla quotazione di riviste specializzate.

2) Cosa controllare
In fase di valutazione, non bisogna limitarsi a confrontare i fattori Km, prezzo e anno di prima immatricolazione, poiché dipende molto da come la moto è stata utilizzata, se solo in strada o se anche in pista.

3) Verificare la storia
Quando è stato individuato un modello acquistabile, e si conosce l’anno di produzione, è bene controllare sui forum di appassionati se su altri esemplari costruiti in quell’anno sono stati riscontrati problemi di fabbrica, in modo da sapere meglio a che tipo di interventi saranno necessari sulla moto.

4) Verificare di persona
P
rima di acquistare la moto, sia nel concessionario, ma soprattutto dal privato, è bene recarsi di persona e verificare lo stato con cura. In questa fase è meglio farsi accompagnare da un occhio esperto o dal proprio meccanico di fiducia.

5) Fare un giro in sella
Per provare una moto, bisogna guidarla. Quindi diffidate da chi ve lo impedisce e controllate la risposta di ogni componente, facendo attenzione che il telaio non sia danneggiato.

Comprare moto usate, come evitare spese inutili

Tra le cose da controllare, bisogna vedere lo stato della corona, che non deve avere denti troppo appuntiti, altrimenti va cambiata. La catena non deve essere troppo lenta, altrimenti anche questa va cambiata. Come le gomme - sempre valido il trucco di inserire la moneta nel solco del battistrada - questi componenti si possono cambiare con spese accessibili, ma possono servire da leva per farsi fare uno sconto.

Inoltre se la moto ha subito modifiche con pezzi non originali, bisogna esigerli dal venditore. In caso contrario, si può chiedere uno sconto, visto che i pezzi Aftermarket possono creare problemi in fase di revisione e in caso di una futura rivendita.

Per comprare moto usate occorre fiuto per gli affari e buon senso. Oltre a scegliere i concessionari e le loro garanzie e referenze, può essere utile affidarsi al passaparola di persone fidate o dei propri amici centauri.