Lockdown nel weekend, il piano B di Speranza

Fiammetta Rubini

17/02/2021

17/02/2021 - 10:10

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Zone rosse locali per fermare le varianti del virus e diverse regioni verso la zona arancione, ma intanto il Ministero della Salute ragiona sull’ipotesi Italia in zona rossa nei festivi e prefestivi.

Lockdown nel weekend, il piano B di Speranza

Dopo le zone rosse locali, spunta l’ipotesi di un lockdown nel weekend, come già accaduto durante le vacanze di Natale.

L’allarme dell’Iss sulle nuove varianti, ormai presenti in modo massiccio su tutto il territorio italiano, richiede un inasprimento delle misure restrittive per arginare il contagio.

Mettere l’Italia in zona rossa nel weekend avrebbe lo scopo di evitare lo stop totale su stampo di marzo scorso, che darebbe l’ennesima bastonata all’economia e al tessuto produttivo del paese. La decisione non sarà, comunque, così immediata: saranno cruciali le prossime due settimane.

Lockdown nel weekend, il piano B di Speranza

Gli esperti sono divisi sulla necessità di adottare il lockdown nazionale proposto qualche giorno fa dal consigliere del Ministero della Salute Walter Ricciardi. La strategia del governo consisterebbe piuttosto nell’istituzione di zone rosse locali laddove le nuove varianti circolano con maggiore intensità, nell’accelerazione della campagna vaccinale, usando caserme, hangar e aeroporti, e nella creazione di una nuova cabina di regia unica, allargata ai ministri economici per unire le norme di contrasto al Covid e i ristori.

Adesso, però, tra le ipotesi sul tavolo dell’esecutivo in vista della scadenza dell’ultimo DPCM il 5 marzo, anche la possibilità di introdurre il lockdown nel weekend, come nei giorni festivi e prefestivi, in modo da limitare le occasioni di uscite e assembramenti.

Come riportato da La Stampa, l’Italia in zona rossa nel weekend fa parte del piano B, qualora i lockdown locali non dovessero bastare ad abbassare la curva dei contagi.

Resta anche da capire se il governo stabilirà le nuove misure anti-Covid con un altro DPCM, un decreto-legge o un’ordinanza firmata dai ministri.

Nuove zone arancioni da venerdì 16 febbraio

Intanto si attende il nuovo report dell’Iss sul monitoraggio settimanale, in uscita venerdì 16 febbraio. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il weekend in arrivo sarà segnato da un importante cambio di colore per alcune regioni. Sono 6 le regioni gialle che rischiano di diventare arancioni, stando alle ipotesi: Lazio, Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Marche.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories