Legge 104: disabile che assiste un disabile ha diritto ai permessi giornalieri?

Lorenzo Rubini

13 Dicembre 2021 - 19:10

condividi

I permessi legge 104 spettano sia al disabile per se stesso che per il familiare che assiste un disabile.

Legge 104: disabile che assiste un disabile ha diritto ai permessi giornalieri?

La legge 104 del 1992 prevede l’inclusione sociale di coloro cui è stato riconosciuto l’handicap. In caso di handicap grave, poi la legge prevede il diritto di fruizione di 3 giorni di permesso al mese proprio per la cura e l’assistenza del disabile, di cui possono fruire sia i familiari che prestano assistenza sia il disabile stesso.

Rispondiamo alla domanda di una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno sono invalida al 75% Assunta a tempo indeterminato e da poco mi è stata riconosciuta la 104 per i miei problemi Inoltre ho un figlio disabile con legge 104..ora volevo chiedere se oltre i 3 giorni al mese che mi spettano per mio figlio potevo chiedere una riduzione di 2 ore al giorno avendo un contratto di 8 ore al giorno e Se potrei avere diritto quindi a fare 6 ore al giorno e retribuite 8 oppure no”.

Permessi disabile per se stesso

La legge 104 prevede che a fruire dei 3 giorni di permesso mensile previsti dalla legge 104 possa essere sia il disabile per sé stesso che un familiare che lo assiste. Allo stesso tempo il disabile che assiste un familiare e già fruisce, quindi, dei 3 giorni di permesso per assisterlo, può richiedere, qualora sia titolare a sua volta della legge 104, i permessi per sé stesso.

Specifico, inoltre, che nel caso suo figlio fosse un lavoratore dipendente potrebbe a sua volta richiedere anche i 3 giorni di permesso personali perchè la normativa non prevede che a richiederli possa essere o il disabile o un familiare che lo assiste ma che possano, invece, richiederli entrambi.

Il disabile che fruisce personalmente dei permessi 104 può richiederli in 3 modalità distinte:

  • 3 giorni al mese
  • In modalità oraria
  • 2 ore al giorno tutti i giorni (questa modalità può essere fruita solo dai disabili che richiedono personalmente i permessi legge 104).

Per rispondere alla sua domanda, quindi, può certamente, se è stata riconosciuta titolare della legge 104 con gravità, fruire dei permessi legge per la sua invalidità oltre quelli che già fruisce per assistere suo figlio e può richiederli nella misura di 2 ore giornaliere tutti i giorni, lavorando, di fatto, 2 ore in meno ogni giorno e avendo la retribuzione che avrebbe avuto continuando a lavorare 8 ore al giorno (visto che le 2 ore di permesso giornaliere sono retribuite).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it