Il fratello di Elon Musk crea la Tesla dell’agricoltura

Luca Secondino

5 Settembre 2016 - 13:15

condividi

Kimbal Musk, fratello di Elon Musk, lancia Square Roots, il progetto per una rivoluzione del cibo di qualità a chilometro zero.

Kimbal Musk, fratello di Elon Musk, punta tutto sull’agricoltura e il cibo di qualità con il nuovo progetto Square Roots.

I due fratelli Musk sono entrambi molto impegnati sulla qualità: se Elon Musk, CEO di Tesla, è il nome forte nel mondo dei motori e delle auto super tecnologiche a impatto 0, il fratello Kimbal punta tutto sul cibo di qualità e sulla filiera a km 0.

Da anni impegnato con il progetto The Kitchen, Kimbal Musk ha lanciato pochi giorni fa Square Roots, l’acceleratore per il cibo che investe sui giovanissimi e sulla filiera corta.

Già co-fondatore della catena The Kitchen circa 10 anni fa, Kimbal Musk rafforza il suo ruolo nel mondo della rivoluzione alimentare. The Kitchen era nato per dare radici solide alla comunità portando in tavola cibo locale di qualità, e oggi la catena di ristorazione serve oltre un milione di persone all’anno in Colorado, Chicago e Memphis

The Kitchen ha costruito 300 Learning Gardens in tutto il Paese, in cui 150mila bambini ogni giorno imparano come far nascere del cibo in modo sano.

Kimbal Musk punta il dito contro il cibo dozzinale e industriale, che viene elaborato a migliaia di chilometri di distanza dai centri di consumo e che distacca il consumatore dalla terra e dal produttore. Questo cibo porta all’obesità infantile e al diabete precoce. Le comunità forti sono costruite attorno al cibo vero e locale, e su questo punta Kimbal Musk per un futuro migliore.

Il fratello di Elon Musk punta sul cibo e lancia Square Roots

Square Roots è l’acceleratore alimentare che consentirà alla generazione figlia del nuovo millennio di imparare l’importanza del buon cibo a contatto con il territorio.

Dato che l’iniziativa The Kitchen è soltanto un primo passo nella lunga strada, Kimbal Musk ha lanciato Square Roots. Secondo le stime, entro il 2050, la terra sarà abitata da 9 miliardi di persone, di cui il 70% di loro vivrà nelle città. Il cibo di cui avranno bisogno e che vorranno, sarà cibo di qualità e quindi sono necessari gli strumenti per averlo.

Come ottenerlo? Square Roots è il modo per avvicinare i più giovani a questa risposta. “Il cibo è il nuovo internet”, ha detto Musk lanciando il progetto.
Secondo le statistiche, la generazione più giovane, che inizia ad allontanarsi dai fast food, è quella su cui puntare nella rivoluzione del cibo di qualità.

Square Roots darà la possibilità a 1.000 giovani della generazione Duemila di iniziare il cammino per diventare imprenditori alimentari, pronti a costruire fiorenti imprese responsabili. Le opportunità di fronte a loro, da qui a qualche anno, saranno infinite.

L’acceleratore alimentare Square Roots prevede la creazione di un campus con coltivazioni verticali idroponiche a temperature controllate proprio nel cuore delle nostre città più grandi. Niente cultura da OGM, ma solo cibo fresco per tutto l’anno, da vendere a livello locale.

Con questo sistema gli imprenditori di domani potranno evitare quasi tutto il trasporto del sistema alimentare industriale.

Square Roots nascerà in autunno nel cuore di New York, a Brooklyn, con un campus per i mille aspiranti agricoltori - per cui sono aperte le selezioni - e una vertical farm urbana, l’obiettivo di accorciare la filiera e puntare su un business alimentare sostenibile.

Argomenti

Iscriviti a Money.it