I 10 quadri più costosi al mondo

26 settembre 2020 - 08:46 |
16 ottobre 2020 - 17:11 |

I 10 quadri più costosi al mondo sono capolavori dei più grandi artisti della storia. Ecco quali sono.

I 10 quadri più costosi al mondo

I 10 quadri più costosi al mondo sono capolavori dei più grandi artisti della storia. La classifica, ovviamente, tiene conto soltanto dei dipinti venduti all’asta o tramite transazione privata, ed è per questo che ne vengono esclusi altri persino più famosi, conservati nei musei e nella mente dell’intera popolazione mondiale, come la Gioconda di Leonardo da Vinci, il Guernica di Picasso o I Girasoli di Van Gogh, dal valore inestimabile. Ma se qualcuno è stato disposto a spendere centinaia di milioni di euro, evidentemente questi quadri meritano di essere annoverati tra i dieci più costosi al mondo. Ecco la classifica, partendo dal decimo e risalendo fino al primo, con il record battuto nel 2017.

10. Il sogno (Picasso), 123 milioni


Il decimo quadro più costoso al mondo dà il la alla nostra classifica che comincia con Pablo Picasso, uno degli artisti più amati della storia. Il sogno è il nome del dipinto, olio su tela del 1932, e raffigura una donna addormentata, nella fattispecie la modella Marie Therese, con le braccia piegate e la testa inclinata da un lato, con il volto che appare contemporaneamente frontale e di profilo. Apparteneva alla Collezione Ganza, fu acquistato da Steven Cohen nel 2013 per 155 milioni di dollari, circa 123 milioni di euro.

9. Nu couché (Amedeo Modigliani), 145 milioni


Il nono quadro più costoso al mondo ha una firma italiana, Amedeo Modigliani, e un titolo francese, Nu Couché, nudo sdraiato. La tela realizzata tra il 1917 e il 1918 ed esposta alla prima personale parigina dell’artista, dovette essere ritirata per offesa alla pubblica decenza. È appartenuto prima alla collezione Piero Feroldi e poi alla Collezione Mattioli per 66 anni ma il 9 novembre 2015, il magnate cinese Liu Yiqian lo ha acquistato dopo 9 minuti e mezzo di gara in un’asta Christie’s a New York, al prezzo di 170 milioni e 405 mila dollari, circa 145 milioni di euro.

8. Ritratti di Marten Soolmans e Oopjen Coppit (Rembrandt), 160 milioni


L’ottavo quadro più costoso al mondo in realtà è una coppia di dipinti: sono i ritratti di Marten Soolmans e Oopjen Coppit, marito e moglie, realizzati dal maestro olandese nel 1634 proprio per celebrare la loro unione. Andrebbero scorporati, teoricamente, perché, appunto, sono due quadri, ma siccome sono stati comprati insieme nel 2015 dal Governo francese e da quello olandese che li considerano inseparabili, di conseguenza non li separiamo neppure noi. Fanno la spola tra il Louvre e il Rijksmuseum, Parigi-Amsterdam: valore 160 milioni!

7. Donne di Algeri (Pablo Picasso), 161 milioni


Il settimo quadro più costoso al mondo è di Pablo Picasso, che del resto non poteva mancare nella top ten. “Donne di Algeri”, realizzato nel 1955, apparteneva originariamente alla Ganz Collection di New York, poi fu acquistato da collezionista saudita e infine fu battuto all’asta nel 2015 per 179,4 milioni di dollari, pari a circa 161 milioni di euro. In quel momento era il record per un dipinto venduto all’asta. L’acquirente non è mai stato confermato, ma potrebbe essere l’ex primo ministro del Qatar, Hamad Jassim bin Jaber al Thani.

6. N. 6 (Mark Rothko), 165 milioni


Il sesto quadro più costo al mondo è N. 6 di Mark Rothko, artista statunitense di origini lettoni, esponente dell’espressionismo astratto. Il suo sottotitolo è un po’ più esplicativo: “Violet, Green and Red”, viola, verde e rosso, che sono i colori utilizzati, esattamente in quest’ordine dall’alto verso il basso, a formare tre strati, con diverse ombre e sfumature. A comprarlo fu nel 2014 Dmitry Rybolovlev, che rivedremo ancora nella classifica, ma in versione venditore: pagò 186 milioni di dollari, circa 165 milioni di euro.

5. Numero 17A (Jackson Pollock), 169 milioni


Il quinto quadro più costoso al mondo è contrassegnato, come quello precedente, da un numero, il 17A, anziché un titolo. L’autore è Jackson Pollock, figura fondamentale dell’espressionismo astratto statunitense. Ebbe breve vita (44 anni), ma ha contrassegnato un’epoca e per il suo capolavoro, uno dei tanti, Ken Griffin sborsò 200 milioni di dollari, circa 169 milioni, acquistandolo dalla Fondazione David Geffen. Ma come vedremo, spese di più per un altro dipinto...

4. I giocatori di carte (Paul Cézanne), 228 milioni


Il quarto quadro più costoso al mondo è opera di Paul Cézanne, tra i più grandi artisti della storia, forse più noto per “Le Dejeuner sur l’herbe” che non per “I giocatori di carte”, dipinto venduto nel 2011 per 259 milioni di dollari, pari a circa 228 milioni di euro, battendo così il record dell’epoca. Il capolavoro del francese post-impressionista in realtà è parte di una “serie” composta da cinque dipinti, tutti con lo stesso titolo: questa versione rappresenta due uomini in un’osteria di paese che stanno giocando a carte davanti ad uno specchio. Fu la famiglia reale del Qatar ad acquistarla dall’armatore greco George Embricos.

3. Nafea faa ipoipo (Paul Gauguin), 251 milioni


Il terzo quadro più costoso al mondo ha un titolo pressoché impronunciabile: Nafea faa ipoipo. Vuol dire semplicemente “Quando ti sposi?” in lingua tahitiana, visto che fu proprio lì che lo realizzò nel 1892 Paul Gauguin, anche lui tra i maggiori interpreti del post-impressionismo. Nel quadro sono raffigurate due donne polinesiane in un momento di riposo della giornata, una ritratta in primo piano con una fisionomia più possente e abiti locali, l’altra più magra e in abiti missionari. Fino al 2015 di proprietà del collezionista svizzero Rudolf Staechelin e in mostra al Kunstmuseum di Basilea, poi fu venduta per 300 milioni di dollari a un consorzio del Qatar.

2. Interchange (Willem de Kooning), 254 milioni


Il secondo quadro più costoso al mondo è relativamente recente: dipinto nel 1955 dall’artista olandese William de Kooning, fu venduto per la prima volta poco dopo, nello stesso anno, a un architetto di Philadelphia che pagò 4 mila dollari. Nel 2015 toccò la cifra record di 303 milioni di dollari, pari a circa 254 milioni di euro: l’acquirente è il magnate Ken Griffin, che versò quella cifra iperbolica alla Fondazione David Geffen, spendendo in realtà 500 milioni complessivi, visto che nella trattativa era compreso anche l’altro quadro di cui abbiamo già parlato, “Number 17” di Jackson Pollock. L’opera è uno dei magnifici esempi dell’espressionismo astratto di De Kooning.

1. Salvator Mundi (Leonardo da Vinci), 382 milioni


Il quadro più costoso al mondo è un’opera di Leonardo da Vinci. Il suo nome è Salvator Mundi e se l’è aggiudicato nel 2017, molto probabilmente, il principe saudita Mohammed bin Salman, sul cui yacht è apparsa la tela soltanto due anni dopo l’asta, alla quale partecipò un intermediario. Il prezzo finale fu 450.312.500 dollari. Avete letto bene: 450 milioni di dollari, pari a circa 382 milioni di euro! Una cifra che arricchì ulteriormente Dmitry Rybolovlev, patron del Monaco, la squadra di calcio del Principato. Il piccolo dipinto a olio su tavola raffigura Cristo con la mano destra alzata benedicente, mentre nella mano sinistra regge un globo celeste. Adesso è esposto al Louvre di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi.

Argomenti:

Curiosità Classifiche

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories