Honda CR-V 2018, la recensione

La nuova Honda CR-V 2018, in attesa del motore ibrido, con nuovo design e per la prima volta a sette posti.

Honda CR-V 2018, la recensione

Honda CR-V 2018 è l’evoluzione di una tra le suv più vendute al mondo dal 1995 ad oggi, che in Italia uscirà ad ottobre 2018, ma che è già in vendita negli Stati Uniti.

Cresciuta nelle dimensioni e negli interni, tanto da riuscire ora ad ospitare per la prima volta sette passeggeri, prevede una motorizzazione ibrida e novità hi-tech.

Dopo aver visto caratteristiche e prezzo, valutiamo le opinioni in base alla recensione della Honda CR-V 2018.

Honda CR-V 2018, la recensione

Estetica, voto 7

L’auto rimane la solita suv che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare in più di vent’anni di storia, ma aggiunge dettagli interessanti. Ad esempio il design del portellone posteriore, forse la parte più nuova in assoluto, e il muso che rimane massiccio e appariscente. Di certo le linee della CR-V non copiano le concorrenti, e le scelte che osano rischiano di dividere il pubblico.

Interni, voto 8

Lo stesso si può dire degli interni, audaci ed eleganti: dal cruscotto digitale con forme inedite allo schermo touch da 7 pollici per l’infotainment in posizione centrale, il guidatore e il passeggero si trovano a proprio agio e con una buona visibilità. In generale sono interni ben rifiniti, che garantiscono molta comodità a tutti i passeggeri, anche nel caso della configurazione a sette posti (terza fila un po’ stretta).

Motori, voto 7

Al momento del lancio, l’unico motore disponibile è il 1.5 cc VTEC turbo da 173 cv per le versioni con cambio manuale a 6 marce e da 193 cv per quelle con l’automatico CVT, lo stesso che equipaggia la Civic. Nonostante la trazione disponibile è sia a 2 che a 4 ruote motrici, e non è previsto alcun motore Diesel, il motore più interessante non arriverà subito sul mercato: il motore ibrido della serie i-MMD (Intelligent Multi Mode Drive), che combina un motore da 2 litri i-VTEC alimentato benzina con due propulsori elettrici.

Guida, voto 8

L’auto è possente e stabile, che dà sicurezza al guidatore. Meno sui terreni off-road, dove se la cava pur senza prestazioni da scalatrice. Meglio la versione con trazione totale, che consente scampagnate e gite sulla neve senza difficoltà. Maneggevole e sicura, la nuova Honda CR-V si fa guidare comodamente, anche se nella versione attuale è meglio con cambio automatico.

Honda CR-V 2018, aspettando l’ibrido

Con la nuova CR-V, per la prima volta la casa giapponese venderà in Europa la tecnologia ibrida su una suv, segno che i tempi stanno cambiando e che l’evoluzione della grande Honda può continuare.

Nonostante manchi ancora il motore ibrido, per cui c’è grande curiosità, la Honda CR-V 2018 si prepara a diventare un modello che le concorrenti dovranno prendere ad esempio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Honda

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.