Fedez rischia sclerosi multipla? Facciamo chiarezza

La verità sui rischi e sintomi della sclerosi multipla, dopo la confessione shock di Fedez nell’intervista con Peter Gomez.

Fedez rischia sclerosi multipla? Facciamo chiarezza

“Ho un rischio di sclerosi multipla”: Fedez lo ha rivelato a La Confessione, programma condotto da Peter Gomez, in una lunga intervista in onda stasera 5 dicembre alle 21.30 su Nove (canale 9 del DDT o 149 di Sky).

Il cantante, marito di Chiara Ferragni e papà del piccolo Leone, ha raccontato in TV quanto segue:

“Durante una risonanza magnetica mi è stata riscontrata una sindrome radiologicamente verificata, la demielinizzazione nella testa, che è una piccola cicatrice bianca che, potenzialmente, può essere il sintomo della sclerosi multipla. Ti trovano questa cosa e ti dicono: ’guarda, devi stare sotto controllo’ perché può essere, come può non essere, che si tramuti in sclerosi. Questo è stato per me il motivo per iniziare un percorso per migliorare e per scegliere le mie battaglie”.

Fedez ribadisce di stare bene, ma sicuramente la sua è una dichiarazione forte che, oltre a far preoccupare il pubblico e i fan del cantante sul suo stato di salute, mette in allarme tantissime persone su rischi e sintomi della sclerosi multipla. Cerchiamo di fare chiarezza.

Come sta Fedez: demielinizzazione e rischio sclerosi multipla

In seguito alla diffusione della notizia sulla stampa di oggi in merito all’intervista che andrà in onda stasera, Fedez ha detto: “Ho visto titoli allarmanti, ma io sto bene”.

La rivelazione del cantante 30enne a La Confessione, in verità, non è una notizia dell’ultima ora. Fedez, che negli ultimi due anni ha abbandonato la TV per dedicarsi alla famiglia e alla musica, aveva già confessato su Instagram il suo problema di salute.

In un lungo post pubblicato a giugno Fedez scriveva:

“Mesi fa, durante una visita di controllo, mi hanno riscontrato una piccola anomalia che avrebbe potuto preannunciare un male più grande, di quelli con cui ci devi convivere tutta la vita purtroppo. Questo evento però, più che terrorizzarmi mi ha portato ad interrogarmi su una serie di domande riguardanti le priorità della mia vita e su come stessi impiegando parte preponderante del mio tempo. E se inizi a farti delle domande, le risposte di solito non tardano ad arrivare. Piano piano ho iniziato ad affrontare le mie giornate con piccolo mantra: ’cosa faresti se questa giornata fosse l’ultima della tua vita?’ Da lì in poi è stato tutto in divenire. Sembra stupido, ma vorrei riuscire a trasmettervi che il vero lusso nella vita è riuscire a ritagliarsi un mese intero da dedicare al proprio figlio. Tutto il resto può essere bellissimo, ma non indispensabile. Ho rincorso i miei sogni, il successo e i soldi e mentirei se vi dicessi che non è stato bello. Ma rincorrere Lello è tutta un’altra storia! Cercate qualcosa (o meglio qualcuno) da rincorrere che vi renda realmente felici e non sarà tempo sprecato”.

Sintomi sclerosi multipla: cosa è la demielinizzazione?

La sclerosi multipla, anche chiamata sclerosi a placche, è una malattia autoimmune cronica del sistema nervoso centrale, e causa un ampio spettro di segni e sintomi.

La sclerosi multipla è una malattia demielinizzante: vuol dire che si verifica la perdita di mielina in più aree (per questo “multipla”) del sistema nervoso centrale che prendono il nome di placche. La mielina è una sostanza biancastra costituita prevalentemente da lipidi e proteine che riveste gli assoni dei neuroni e che ha il compito di consentire la corretta conduzione degli impulsi nervosi.

Alcuni dei disturbi con cui si può manifestare la sclerosi multipla sono sensazione di affaticamento persistente, disturbi dell’equilibrio e della coordinazione motoria con vertigini e tremori, disartria, disfagia, problemi alla vista. Ma, ci teniamo a precisare, dal punto di vista dei sintomi, delle cause e dell’evoluzione, la sclerosi multipla è una malattia imprevedibile e complessa e varia da persona a persona.

Ad oggi purtroppo non esiste una cura per la sclerosi multipla, ma grazie ai progressi della scienza ci sono trattamenti farmacologici e riabilitativi efficaci grazie ai quali la malattia si può tenere sotto controllo per evitare che peggiori e che porti alla disabilità invalidanti.

Come faccio a sapere se sono a rischio sclerosi multipla? Quanto alla diagnosi, non esiste un esame specifico per accertare la malattia in modo definitivo. Se, dopo aver esaminato (attraverso una serie di elementi clinici e strumentali combinati e un controllo neurologico) i sintomi riscontrati dal paziente, il neurologo rileva lesioni multiple della mielina del sistema nervoso, prescriverà esami specifici come risonanza magnetica encefalica e spinale, Potenziali Evocati ed esame del liquor.

Per maggiori dettagli e approfondimenti su cause e sintomi della sclerosi invitiamo a rivolgervi a uno specialista.

Iscriviti alla newsletter Altre Rubriche per ricevere le news su Malattie e patologie

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.