Euro/Yen sopra 121. Analisi e scenari dai dati macro

Il Giappone si sta trovando in una situazione di crisi economica. Con un dollaro ai minimi, l’euro domina il mercato forex. Cosa indicano i dati macroeconomici sull’andamento del tasso di cambio Euro/Yen?

I dati intraday e in tempo reale del Grafico EUR/JPY sono tratti dalle quotazioni di prodotti OTC.

Il tasso di cambio Euro/Yen dopo essersi mosso poco durante il mese di giugno nonostante gli eventi macroeconomici delle settimane scorse che hanno interessato sia il Giappone che il vecchio continente, sta perdendo terreno nei confronti dell’euro.

Con un dollaro in caduta libera che sta a segnalare eventuali tensioni finanziarie future, l’euro la sta facendo da padrone sul mercato forex con una sterlina sempre in affanno per la questione Brexit. In questo scenario anche lo Yen sembra subirne le conseguenze.

I motivi del rialzo del tasso Euro/Yen

Nonostante l’ingente surplus di partite correnti stia ancora alimentando le domanda della valuta nipponica a livello internazionale, di recente l’euro sta recuperando terreno sulla moneta nipponica.

Con un dollaro in caduta libera, la sterlina sempre in una fase di forti incertezze a livello geopolitico e i problemi a livello economico mostrati dal Giappone, l’euro risulta essere la valuta preferita dagli operatori finanziari in questo momento di mercato.

Dopo una fase di stallo nel mese di giugno, da inizio luglio la moneta unica è in una fase di recupero rispetto allo Yen Giapponese.

Nella giornata di oggi per acquistare un euro sono necessari oltre 121 Yen contro i 119,47 del 19 giugno.

Le cause di questo incremento dipendono da una maggiore avversione al rischio degli investitori a livello globale e dai recenti dati macroeconomici giapponesi inerenti la produzione industriale e i servizi.

I dati usciti nelle scorse settimane, come l’indice Tankan sulla produzione manifatturiera e i dati sulla produzione di servizi, hanno fatto registrare variazioni peggiori rispetto alle attese degli analisti (-34 con un dato atteso di un -31 per l’indice Tankan del grande manifatturiero; -17 con un valore atteso di -20 per le grandi imprese non manifatturiere).

Questo risultato fornisce delle indicazioni in merito all’orientamento futuro della spesa in conto capitale del livello dei prezzi dell’occupazione e dell’andamento generale dell’economia globale. Un valore negativo e inferiore alle attese potrebbe riflettersi in misura negativa sul valore dello Yen.

A pesare sono anche le aspettative di deflazione da parte degli operatori dei mercati finanziari. Il dato uscito il mese scorso ha mostrato un livello di inflazione nipponica negativo. Ad aggravare la situazione del paese asiatico sono le stime provenienti sia dalla BOJ che prevede una contrazione del PIL giapponese del5% per quest’anno, per poi crescere del 2,8% l’anno successivo.

L’indebolimento dello Yen sull’euro dipende anche dal differenziale di rendimento tra i bond statali giapponesi e le obbligazioni governative europee.


Andamento rendimento obbligazione nipponica con scadenza 10 anni

Andamento rendimento medio obbligazione europea con rating AAA con scadenza 10 anni

Nonostante nell’ultimo periodo il differenziale di rendimento tra le obbligazioni europee e obbligazioni giapponesi sia aumentato passando dallo 0,24% del 5 giugno allo al 0,41% di ieri, la discesa dei tassi giapponesi verso lo 0% (attualmente il rendimento dell’obbligazione governativa pari allo 0,01%) sia stata prezzata dagli operatori dei mercati finanziari in maniera negativa.

Come conseguenza, gli investitori stanno indirizzando le proprie scelte di investimento su asset europei, come mostrato anche dai dati sul collocamento dei Btp Futura che nella giornata di oggi hanno raggiunto un livello di raccolta pari a 5 miliardi di euro.

Spunti operativi su EUR/JPY

Dal punto di vista operativo, il cambio Euro/Yen si trova in una fase recente di consolidato rialzo in cui il valore del tasso di cambio dopo la fase di lockdown del COVID-19 si trova al di sopra della media mobile a 100 periodi.

Tasso di cambio Euro/Yen storico vs media mobile a 100 periodi

Questa informazione, unita all’informazione fornita dallo Smile delle opzioni scritte sul tasso di cambio Euro/Yen che mostra uno Smirk in cui la volatilità implicita dell’opzione call è superiore alla volatilità implicita dell’opzione put, fornisce un’indicazione di acquisto della moneta unica contro la vendita dello yen giapponese. Si ricorda che la presente analisi non è da intendere in alcun modo come una sollecitazione all’investimento.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories