Cuffie bluetooth Vivid Cellularline: la recensione

Giulia Adonopoulos

12 Gennaio 2022 - 17:45

condividi

I nuovi auricolari bluetooth dell’azienda italiana ricordano gli AirPods Pro e sono dotati di cancellazione attiva del rumore, sistema a bassa latenza e controlli touch. Li abbiamo provati per voi.

Cuffie bluetooth Vivid Cellularline: la recensione

Il mese scorso Cellularline ha annunciato Vivid, le nuove cuffie bluetooth in-ear con ANC che, insieme a Defy (gli auricolari della gamma pensati per i videogiocatori), puntano a conquistare il mercato degli auricolari wireless di fascia media con caratteristiche premium e un buon rapporto qualità-prezzo.

Le ho provate per due settimane ed ecco la mia valutazione, che può aiutarvi nella vostra decisione d’acquisto.

Review Cuffie bluetooth Cellularline Vivid

Vivid Cellularline Vivid Cellularline Auricolari wireless bluetooth

Iniziamo col dire che i Vivid di Cellularline sono degli auricolari completamente wireless bluetooth con custodia di ricarica disponibili in due colori, nero o bianco, e venduti al prezzo di 69,95€.

Nella confezione, quasi completamente in carta e minima presenza di plastica, troviamo anche un cavetto USB/USB-C per ricaricare la case e 3 gommini di diverse dimensioni per adattarsi a ogni tipo di orecchio. Prima di entrare nel vivo delle nostre valutazioni, diamo un’occhiata alle specifiche tecniche.

Scheda tecnica Vivid Cellularline

  • Bluetooth: v5.0
  • Profili supportati: Headset, Handsfree, A2DP - AVRCP
  • Portata: 10 metri
  • Bluetooth Frequency Range: 2.402GHz-2.480GHz
  • Batteria: 3.7V, 30mAh X 2
  • Capacità di ricarica della custodia: 4000mAh
  • Talk Time: 3 ore
  • Play Time: 3 ore
  • Ricarica auricolari: 1.5 ore di circa
  • Ricarica case: 2 ore circa
  • Peso: 45 grammi

Design

Case Vivid Cellularline Case Vivid Cellularline

Esteticamente i Vivid di Cellularline sono molto simili agli Apple AirPods Pro: anche se con stanghette leggermente più lunghe, i due auricolari condividono la forma della testa, quella della case di ricarica, la presenza di gommini in silicone e il modo in cui vengono riposti nella custodia, Sottili. leggere e minimaliste e dai materiali solidi, nel complesso ci troviamo davanti a delle cuffie il cui design non ha niente da invidiare a modelli top range e molto più costosi.

Andando oltre l’aspetto estetico, che incontra il mio gusto personale, le cuffie sono comode e aderiscono molto bene all’orecchio senza dare l’impressione di instabilità. Questa solidità, però, può essere un’arma a doppio taglio dal momento che dopo lunghe sessioni di ascolto (1-2 ore) si può avvertire un certo fastidio, come sensazione di tappo nell’orecchio.

Non sono pubblicizzate come cuffie bluetooth per runner, ma in base alla mia esperienza posso dire che restano ben incastrate all’orecchio anche durante l’attività fisica e la corsa.

Qualità del suono

Cuffie bluetooth Vivid Cellularline Cuffie bluetooth Vivid Cellularline

Il fiore all’occhiello delle Vivid di Cellularline è la tecnologia Active Noise Cancelling (Cancellazione attiva del rumore), che è in grado di percepire i rumori esterni e neutralizzarli attraverso la riproduzione di onde sonore contrarie. Nel complesso si ha un buon isolamento acustico: sono effettivamente ridotti i rumori di fondo come il rombo dei motori di macchine e autobus o le voci delle persone che parlano intorno a noi. Ciò si traduce in una buona esperienza di ascolto anche in ambienti affollati e rumorosi.

Chi non si sente a suo agio con un eccessivo isolamento acustico ha comunque la possibilità di alternare tra ANC attivato e la modalità Trasparenza, che consente l’ingresso di alcuni suoni ambientali in modo da lasciar passare qualche rumore e ascoltare l’ambiente circostante e lasciar passare qualche rumore. Per quanto riguarda la qualità dell’audio non si rimarrà delusi sia in chiamata che riproduzione di musica e podcast: il suono è chiaro e con un buon bilanciamento di alti e bassi.

Funzionalità

Le Vivid sono compatibili con iPhone e smartphone Android (Samsung, Huawei, Xiaomi ecc...), nonché con PC e Mac. Il pairing è abbastanza veloce: basta accendere il Bluetooth sul proprio dispositivo e scegliere Cellularline Vivid dalla lista di device trovati. Per connettere le cuffie al telefono o al computer basta premere a lungo il tasto a destra sulla custodia finché la lucina non diventa bianca e il gioco è fatto.

Presenti i controlli touch, che si attivano tramite una lieve pressione delle dita sugli steli. Per esempio con un singolo tocco si interrompe la riproduzione, con tre tocchi si cambia canzone, mentre con un tocco lungo 3 secondi possiamo attivare o disattivare l’ANC e la Trasparenza. In generale non ho trovato i controlli touch molto reattivi e intuitivi e talvolta il meccanismo si inceppa.

Autonomia e durata della batteria

Vivid Cellularline Vivid Cellularline cuffie bluetooth

Tra le caratteristiche più interessanti c’è l’autonomia. Sulla carta le Vivid da cariche assicurano una durata di 3 ore, ma tenendo il volume medio-basso io le ho utilizzate anche per 4 ore di fila per ascoltare musica e podcast e guardare serie in streaming senza problemi e senza compromettere la qualità complessiva del suono.

La custodia consente di ricaricare gli auricolari fino a 6 volte, garantendo fino a 21 ore di autonomia totale.

Conclusioni

Le Vivid di Cellularline sono il giusto compromesso per chi cerca auricolari true wireless bluetooth che combinino estetica e prestazioni a un costo inferiore ai 100 euro.

Pro
Bel design
Buona durata della batteria
Facili da collegare
Si adattano bene all’orecchio
Suono nitido e chiaro

Contro
Controlli touch poco funzionali
Manca la possibilità di alzare e abbassare il volume tramite controlli touch
Isolamento acustico può risultare eccessivo
Sarebbe stato bello avere una quarta taglia (più piccola) di gommini intercambiabili

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it