Covid, spunta un nuovo possibile sintomo dopo la guarigione: ecco qual è

Martino Grassi

27 Novembre 2020 - 15:08

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Alcuni pazienti guariti dal Covid hanno riferito di aver sperimentato un nuovo sintomo che i medici non escludono possa essere collegato all’infezione. Ecco di cosa si tratta.

Covid, spunta un nuovo possibile sintomo dopo la guarigione: ecco qual è

Continuano le ricerche sul coronavirus, e adesso appare un nuovo possibile sintomo che si manifesta una volta guariti dall’infezione che preoccupa i medici. È ormai noto che la malattia causata dal coronavirus non si interrompe con la guarigione, ma spesso si manifestano altre sindromo, come la perdita dei capelli, l’acufene, dolori muscolari e mal di testa, andando a delineare quello che viene definito Covid lungo, o Long Covid.

Alla lista dei sintomi post Covid si aggiunge adesso anche la possibile perdita dei denti, che cadrebbero senza causare dolore o sanguinamento, secondo quanto riferisce il New York Times.

Covid, appare un nuovo possibile sintomo

Diversi pazienti hanno iniziato a segnalare la caduta dei denti dopo la guarigione dal coronavirus, secondo quanto riferiscono, semplicemente diventano instabili e nel giro di poco tempo si staccano, senza causare dolore o sanguinamento.

Per il momento non ci sono ancora degli studi scientifici che confermano una correlazione tra la Covid-19 e la caduta dei denti, ma in seguito a diverse segnalazioni da parte dei pazienti, i medici hanno iniziato ad allarmarsi. Un caso esemplificativo è quello della signora Farah Khemili, infettata dal virus durante la prima ondata, la quale ha riferito di aver perduto un dente all’inizio di questo mese. La signora Khemili partecipando ad un gruppo di supporto per pazienti con sindrome da Covid lungo è venuta a conoscenza che anche altri membri del gruppo avevano sperimentato lo stesso sintomo.

Secondo diversi medici, tra cui il parodontologo David Okano dell’Università dello Utah, è improbabile che la sola infezione da coronavirus sia in grado di causare sintomi dentali simili. Tuttavia è ormai risaputo che le infezioni virali acute possono acuire condizioni sottostanti, e quindi essere responsabili anche di una possibile caduta dei denti.

Le possibili cause della caduta dei denti

Esistono tuttavia diverse possibili cause legate al coronavirus che possono indurre la caduta dei denti, spiega il professor Li. Il virus infatti l’organismo attraverso la proteina Spike, che va a legarsi con i recettori ACE, presenti soprattutto nelle cellule polmonari e intestinali, ma anche all0interno della bocca. È possibile quindi che il virus vada ad attaccare anche i vasi sanguigni presenti all’interno della cavità orale danneggiando anche il tessuto gengivale che tiene in vita i denti, e questo, continua il professore, spiegherebbe anche l’assenza di dolore prima della caduta.

Un altro possibile motivo che potrebbe spiegare la caduta dei denti è da ritrovarsi nella tempesta di citochine, che si manifesta nelle forme gravi di Covid-19 e che può portare anche alla morte. Il dottor Michael Scherer, un odontotecnico californiano ha infatti precisato al New York Times che “la malattia gengivale è molto sensibile alle reazioni iperinfiammatorie, e chi sperimenta la sindrome da Covid lungo rientra sicuramente in questa categoria”. Il mondo della scienza è ancora diviso su questo argomento, per questo motivo adesso seguiranno degli ulteriori studi che permetteranno di avere una visione più chiara sui possibili legami tra i problemi ai denti e il Covid-19.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories