Concorsi MISE e MEF, bandi in Gazzetta: posti, requisiti e prove

Chiara Esposito

8 Gennaio 2022 - 10:01

condividi

Nuovi bandi di concorso: posti disponibili per 225 unità di personale non dirigenziale al MISE e 300 al MEF. Come presentare domanda?

Concorsi MISE e MEF, bandi in Gazzetta: posti, requisiti e prove

La pubblicazione della notizia in Gazzetta Ufficiale è arrivata: si aprono le porte del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’economia e delle finanze.

Il bando concorsuale di riferimento, 4° serie speciale concorsi ed esami n. 104 del 31.12.2021, vedrebbe nuovi posizioni aperte in entrambi i ministeri per un totale di 225 unità di personale non dirigenziale a tempo pieno e indeterminato al MISE e 300 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato al MEF.

Il bando di concorso pubblico per titoli ed esami prevede un reclutamento in diverse aree specifiche; approfondiamo i profili dei candidati ideali e la fattispecie della posizione che andranno a ricoprire.

Posizioni aperte al MEF

Le 300 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato assunte saranno inquadrate nell’Area III, posizione economica F1 e saranno articolate nella seguente tripartizione professionale:

  • Profilo collaboratore amministrativo-contabile (Codice CONT) - 200 posti;
  • Profilo collaboratore tributario (Codice TRIB) - 60 posti;
  • Profilo collaboratore amministrativo (Codice AMM) - 40 posti.

Profili MISE e sedi di lavoro

Le 225 unità di personale non dirigenziale ricercate dal Ministero dello sviluppo economico si inseriranno nell’Area terza, posizione economica F1.

Come riportato nel bando, i profili attualmente ricercati sono i seguenti:

  • Profilo di funzionario tecnico delle telecomunicazioni (Codice TELE) - 120 posti. Il candidato deve essere in possesso di competenze in materia di elettronica e di sistemi di telecomunicazione da destinare prioritariamente agli uffici periferici del Ministero dello sviluppo economico ubicati secondo la ripartizione di cui al bando;
  • Profilo di funzionario informatico (Codice INF) - 45 posti. Questa figura deve essere in possesso di competenze in informatica e in sicurezza informatica;
  • Profilo di funzionario tecnico (Codice ING) - 50 posti. Il candidato deve essere in possesso di competenze nelle materie inerenti all’automazione, all’ingegneria civile e edile e all’ingegneria elettrica ed elettronica nonché alle discipline fisiche, chimiche e biologiche;
  • Profilo di funzionario statistico (Codice STAT) - 10 posti. Il soggetto deve essere in possesso competenze in materia di scienze statistiche e scienze statistiche attuariali e finanziarie e matematica applicata.

A livello di sedi lavorative tali posizioni prevedono la seguente ripartizione: i 10 funzionari statistici (Codice STAT), i 50 funzionari Tecnici (Codice ING) e i 45 funzionari informativi (Codice INF) opereranno presso la sede centrale del MISE mentre i 120 posti nel settore delle telecomunicazioni saranno suddivisi 60 presso la sede centrale e 60 presso le sedi territoriali.

Vediamo nel dettaglio la divisione regionale:

  • Calabria 3 posti;
  • Campania 5 posti;
  • Emilia Romagna 4 posti;
  • Friuli Venezia Giulia 2 posti;
  • Lazio 7 posti;
  • Abruzzo 3 posti;
  • Liguria 4 posti;
  • Lombardia 7 posti;
  • Marche 3 posti;
  • Umbria: 1 posto;
  • Piemonte 4 posti;
  • Puglia 1 posto;
  • Molise 1 posto;
  • Sardegna 4 posti;
  • Sicilia 2 posti;
  • Toscana 4 posti;
  • Trentino 2 posti;
  • Veneto 3 posti.

Requisiti richiesti

Abbiamo riassunto per voi tutte le informazioni principali da conoscere per valutare l’offerta e candidarsi in tempo. Uno sguardo anche ai requisiti richiesti per poter partecipare. Partiamo proprio da questi.

La selezione, gestita da Formez PA, si rivolge a chi soddisfa i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea o di altre categorie previste dal bando;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • laurea, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale;
  • idoneità fisica;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici.

Modalità e tempistiche per la candidatura

Per partecipare al concorso è richiesto il versamento della quota di partecipazione di 10,00 euro e la domanda di ammissione ad entrambi i bandi di concorso potrà essere inviata a partire dalle ore 14,00 del 7 gennaio 2022 con termine ultimo fissato al giorno 7 febbraio 2022 (entro le ore 14.00).

La candidatura, secondo quanto previsto dall’art. 3 del bando, deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso SPID o Carta d’Identità Elettronica (CIE). La procedura prevede la compilazione dell’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo ripam.cloud.

Una volta completato questo processo il diario della prova d’esame sarà reso noto almeno 10 giorni prima della data stabilita per lo svolgimento della stessa.

Per ulteriori informazioni e per consultare il bando è possibile far riferimento al sito riqualificazione.formez.it.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it