Come controllare le attività dei bambini su Internet: monitorare i figli su smartphone, pc e tablet

Flavia Provenzani

14/01/2015

14/01/2015 - 16:57

condividi

I bambini su internet devono essere tutelati e i contenuti monitorati: ecco come controllare le attività dei bambini su smartphone, tablet, Mac, Windows e GPS.

È giustificata la preoccupazione di tutti i genitori per l’utilizzo di Internet da smartphone, pc e tablet da parte del proprio figlio: per questo è importante sapere come controllare e monitorare i propri figli e le loro attività su Internet.

Il web è un mondo talmente grande che i bambini possono incontrare siti, informazioni, video e immagini che i genitori non vogliono siano visti dai propri figli.

La buona notizia: ci sono molti modi per monitorare e controllare le attività su Internet del proprio figlio che utilizza smartphone, pc e tablet. Si va dalle impostazioni interne del dispositivo, a software nati proprio per tutelare i bambini sul web e i tracciatori GPS, per sapere sempre dov’è tuo figlio.

I genitori hanno il diritto sapere che cosa i propri figli fanno con in mano un dispositivo digitale, che sia uno smartphone, un tablet o un pc, di curare e monitorare le loro attività e controllare ciò che i bambini possono vedere ed utilizzare.

La chiave è inserire ed attivare controlli, limitazioni e regole sul proprio dispositivo, affinché sia i genitori sia i bambini siano al sicuro e abbiano chiaro cosa sia giusto fare e non fare nell’era della tecnologia e dei telefoni smartphone alla portata di tutti, anche di bambini molto piccoli.

Parental Control
Prima di tutto, smartphone, tablet e computer ad uso della famiglia e dei bambini hanno molto probabilmente tra le proprie opzioni il famoso “parental control”, ovvero delle limitazioni e regole che i genitori possono inserire per tutelare i propri bambini.
Si può bloccare del tutto l’accesso ad Internet, oppure attivare alcuni filtri a determinati siti.
Visto che ogni dispositivo ha impostazioni diverse, la cosa migliore da fare è leggere le voci “controllo” e “censura” di ciascun sistema operativo di smartphone, tablet o pc che verranno usati in famiglia anche dai bambini.

Ecco alcuni strumenti per il monitoraggio, il controllo o la limitazione della quantità (e qualità) di tempo per l’uso dei bambini di smartphone, pc e tablet, il monitoraggio del software o delle applicazioni utilizzate e molto altro.

  • PC Windows - Controllo attività bambini
    Quando si crea un account specifico per il bambino, si ha la possibilità di attivare le impostazioni di “Family Safety”, sicurezza per la famiglia.
    Family Safety consente di monitorare il tempo e/o l’utilizzo dell’account del proprio figlio, bloccare determinate applicazioni o siti internet, e ricevere dei report settimanali che riassumono tutte le attività di quel specifico account.
  • Mac, Apple - Controllo attività bambini
    Se i genitori e il bambino usano dei computer Mac separati, è possibile condividere le schermate, oltre ad attivare il Parental Control
    Accedi come amministratore sul Mac che utilizza il bambino, vai su “preferenze condivisione” e clicca su “condivisione schermata”.
    Continuare e vai su «consentire l’accesso per» e scegli gli amministratori. Quando usi il tuo Mac, basterà andare su Finder e scegliere “Network” per vedere le attività effettuate sul Mac dal vostro bambino. Clicca su “Condividi schermo” per avere accesso all’elenco di tutte le attività.
  • Software a pagamento
    È possibile acquistare dei per monitorare l’accesso e le attività dei bambini sul computer e su internet.
    Questi software consentono diversi livelli di censura, a seconda dell’età dei bambini e le “regole della casa”. Intego, ad esempio, svolge questa funzione sui Mac, Verity di NCH per gli altri computer più popolari.
  • Tablet - Controllo attività bambini
    Ogni tablet ha le proprie impostazioni di controllo parentale, che funzionano in modo simile alle impostazioni dei sistemi operativi corrispondenti ai computer di cui sopra.
  • Smartphone - Controllo attività bambini
    Se tuo figlio possiede uno smartphone, effettuare il backup dei contenuti del telefono sul proprio PC o Mac è una buona idea. In questo modo, verrai a conoscenza di quali applicazioni vengono utilizzate sul telefono, e sarai in grado di vedere anche le chiamate e i messaggi di testo inviati dal proprio bambino.
    Assicurati di attivare le funzioni di sicurezza di base, nonché le eventuali ulteriori limitazioni d’uso che si desiderano aggiungere, prima che il bambino inizi ad usare il telefono.

Posizione GPS, tracciatori - Controllo attività bambini

  • Life360
    Mostra una mappa che indica l’esatta posizione di ogni membro della famiglia, e consente anche a tutti i membri della famiglia di comunicare tra loro.
    È gratis e funziona con iPhone, Android, Windows Phone, e BlackBerry.
  • Securafone
    Questa app consente ai genitori di impostare dei limiti su una mappa, e vengono avvertiti se i propri bambini varcano i confini. È presente anche un pulsante d’allarme che i bambini possono premere per chiamare immediatamente un genitore o le autorità in caso di problemi.
    È gratis, funziona su iPhone e Android.

Infine, da genitore, si può sempre cercare di spendere meno tempo sul proprio profilo Facebook o siti di pettegolezzi, per vivere una esperienza sui dispositivi di ultima generazione insieme a tutta la famiglia.

Il consiglio migliore per controllare e monitorare l’attività dei figli su smartphone, tablet e computer è uno solo: controllare e limitare se stessi per primi.
E l’autocontrollo è sempre gratis.

Iscriviti a Money.it