Cityscoot Roma e Milano, come funziona? Costo e tariffe dello scooter sharing

Cityscoot è il nuovo servizio di scooter elettrici in condivisione lanciato a Roma e a Milano. Per utilizzarli basta un’app. Ecco il costo e la mappa dell’area coperta nelle due città.

Cityscoot Roma e Milano, come funziona? Costo e tariffe dello scooter sharing

Cityscoot è il nuovo servizio di sharing che prevede il libero flusso di scooter elettrici nelle grandi città. Una start-up francese di scooter in condivisione che ha la particolarità di fornire flotte di motorini di grandi dimensioni tutti completamente a zero emissioni. Il servizio è già presente a Parigi, Nizza e Milano e da maggio è anche a Roma. Per usufruirne, gli utenti devono scaricare l’app.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha sottolineato l’importanza di questo nuovo player della mobilità elettrica e condivisa che alleggerisce le emissioni e il traffico in città:

Ampliamo la rete di mezzi completamente eco-sostenibili grazie all’ingresso di nuovi operatori. Roma si dimostra ancora una volta polo attrattivo per le imprese che vogliono investire sul territorio.

Cityscoot a Roma si unisce infatti a eCooltra, il servizio di sharing di piccoli motorini elettrici, e a Sharengo, quello delle micro auto elettriche, tutte realtà a zero emissioni che si trovano nella Capitale parallelamente ai più grandi servizi di condivisione auto come Enjoy e Car2Go. La flotta di Milano conta già mille esemplari in giro per la città, mentre a Roma il servizio è stato introdotto con 200 scooter, che saranno ampliati a 500 nei prossimi mesi e che raddoppieranno come nel capoluogo lombardo.

Vediamo il costo delle tariffe di Cityscoot a Roma, come funziona il servizio e la app collegata da cui è possibile vedere gli scooter più vicini sulla mappa, prenotarli ed utilizzarli.

Cos’è Cityscoot?

Cityscoot è la start-up francese che porta sulle strade delle grandi città flotte di scooter elettrici di dimensioni medio-grandi. Un servizio innovativo per il tipo di mezzi di trasporto che propone in condivisione e per alcuni servizi aggiuntivi che offre ai propri clienti.

Per tutti coloro che in fase di registrazione dichiarano di non essere particolarmente esperti alla guida su due ruote, Cityscoot offre una lezione di guida gratuita impartita da istruttori. Oltre alla formazione funzionale alla guida, il servizio offre anche corsi gratuiti di primo soccorso in collaborazione con la Croce Rossa Italiana dalla durata di circa due ore, in cui gli utenti possono imparare le basi dei primi soccorsi per gestire le emergenze stradali.

Questa serie di servizi aggiuntivi è possibile grazie alle partnership di Cityscoot in Italia. L’aspetto assicurativo è gestito infatti da Allianz Spa, mentre la crescita della flotta è affidata a LeasePlan, leader del leasing per mezzi di trasporto.

Cityscoot promuove la mobilità a zero emissioni non solo offrendo scooter elettrici, ma disponendo di una flotta di furgoni elettrici per la manutenzione e il pronto intervento sui mezzi della flotta che necessitano di riparazioni.

Cityscoot Roma e Milano, come funziona

Cityscoot è una realtà a Milano e anche a Roma. Per utilizzarlo, basta essere maggiorenni e in possesso di una patente tra AM, patente A1, patente A2, patente A o patente B, e poi scaricare l’app Cityscoot. Una volta iscritti al servizio, con l’applicazione da mobile si possono trovare i mezzi della flotta geolocalizzati più vicino, di cui è possibile verificare lo stato della carica nella batteria. Una volta scelto lo scooter, la prenotazione dura 10 minuti, il tempo medio necessario per raggiungerlo.

Raggiunto lo scooter, per iniziare ad utilizzarlo è necessario sbloccarlo con il codice inviato dall’applicazione. Dopo aver terminato il proprio utilizzo, lo scooter va parcheggiato all’interno di uno spazio pubblico autorizzato all’interno della zona Cityscoot, che il servizio sta ampliando. Per concludere la corsa basta chiudere il noleggio dall’applicazione o direttamente dallo scooter.

Per usufruire di Cityscoot non servono quindi chiavi e non c’è bisogno di occuparsi della ricarica personalmente, perché sarà compito del personale del servizio, a lavoro h24. Inoltre, ogni scooter del servizio è equipaggiato con un casco omologato disponibile nel sottosella, completo di cuffiette telate da utilizzare in testa per l’igiene. Anche se equipaggiato con il casco, non è possibile portare un passeggero per motivi di sicurezza.

Cityscoot, costi e tariffe

Il servizio di Cityscoot non prevede la sottoscrizione di un abbonamento, ma si paga a minuti di noleggio come la maggior parte dei car sharing. Il costo delle tariffe è di 0,29 euro al minuto.

Con 29 centesimi per ogni minuto di noleggio, si può ipotizzare una spesa di 2,90 euro per 10 minuti di utilizzo, in caso di brevi tratte, o di 8,70 euro per mezz’ora di giro in scooter.

Cityscoot prevede anche un programma fedeltà di prossima attivazione, e inoltre è possibile acquistare dei pacchetti come il CityRider che offre 100 minuti a 22 euro, con uno sconto di 7 euro sulla normale tariffazione.

Cityscoot, scooter e ricarica

Gli scooter utilizzati da Cityscoot sono tutti prodotti in Europa, comprese le batterie, e garantiscono altissimo livello di sicurezza, affidabilità e robustezza. Nell’uso urbano, la velocità è auto limitata a 46 km/h. La manovra è scorrevole ed essendo elettrici sono completamente silenziosi.

Per quanto riguarda la ricarica, questa non è a carico dell’utente. Cityscoot si occupa di tutti i dettagli tecnici, compresa la ricarica delle batterie dei veicoli della flotta. Il team di Cityscoot lavora h24 passando con i propri furgoni elettrici e provvedendo alla ricarica degli scooter in modo rapido e discreto, in modo da renderli disponibili sia di giorno che di notte.

Area Cityscoot Roma e Milano

L’area Cityscoot è la zona in cui trovare e lasciare gli scooter. Questo significa che lo scooter può essere utilizzato anche al di fuori dell’area ma il noleggio va terminato all’iterno della zona Cityscoot.

Area Cityscoot Roma - Mappa

Nella Capitale il servizio è partito da una fase di test gratuita solo nel centro storico. Ora l’area di servizio è stata ampliata anche alle zone di Re di Roma, Circo Massimo, Ponte Milvio. Come ha dichiarato Gianni Galluccio, General manager Italia di Cityscoot, l’area sarà estesa anche ai quartieri di Tufello, Ostiense, Eur e Torrino.

Area Cityscoot Milano - Mappa

Nella città meneghina il servizio è arrivato lo scorso anno e in poco tempo ha ampliato la flotta, da 200 a 1000 scooter, e l’area di servizio. Come si può vedere dall’immagine, ora sono compresi tutti i quartieri centrali fino alle porte principali della città, inoltre ci sono aree fuori Milano già attrezzate.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Car Sharing

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.