Chiara Ferragni denunciata per blasfemia: il Codacons le contesta una foto

Chiara Ferragni è stata denunciata per blasfemia e offesa al sentimento religioso. Ad avviare l’azione legale è stato il Codacons che le contesta una foto apparsa sul suo profilo Instagram.

Chiara Ferragni denunciata per blasfemia: il Codacons le contesta una foto

Chiara Ferragni è stata denunciata per blasfemia dal Codacons, è questa la notizia che corre in rete e che ha lasciato a bocca aperta tutti i fan dell’influencer. L’associazione dei consumatori ha deciso di procedere per vie legali dopo che la nota imprenditrice è ha postato una foto che la rappresenta nei panni di una Madonna.

Il Condacons ha spiegato che tale rappresentazione ha generato indignazione sul web e ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini.
L’associazione dei consumatori ha spiegato di aver deciso di intraprendere le vie legali perché l’immagine postata da Chiara Ferragni «non è una provocazione, ma una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere».

L’immagine in questione la vede rappresentata nel volto della Madonna con bambino dipinta da Giovanni Battista Salvi. Alla nota influencer viene contestato inoltre lo scopo commerciale per cui utilizza l’immagine della Madonna in questo suo post. Il Codacons ha infatti spiegato :

L’immagine che raffigura la Ferragni nei panni di una moderna Madonna con bambino dipinta da Giovanni Battista Salvi detto il Sassoferrato sfrutta la figura della Madonna e la religione a scopo commerciale, essendo noto come la Ferragni sia una vera e propria ‘macchina da soldi’ finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di questo o quel bene.

L’immagine non è stata però modificata dall’imprenditrice digitale, ma da Francesco Vezzoli, artista contemporaneo che ha curato la rielaborazione per il numero di Vanity Fair. Vezzoli non ha riprodotto solo l’influencer in un noto quadro, ma anche altre donne dello showbiz sono state immortalate nello stesso modo per il numero di Vanity Fair.
A innervosire l’associazione dei consumatori è però il soggetto religioso in cui viene inserito il volto della Ferragni, non la modifica dell’opera d’arte.

Dopo la denuncia per la raccolta fondi di Fedez il Codacons apre un nuovo capitolo contro la coppia, ma questa volta sotto accusa è Chiara Ferragni. L’associazione dei consumatori ha fatto sapere che l’esposto sarà inviato al Papa, spiegando che la foto potrebbe:

realizzare fattispecie penalmente rilevanti per blasfemia e offesa al sentimento religioso, motivo per cui l’esposto viene inviato anche a Papa Francesco affinché si pronunci contro tale squallida e inutile provocazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO