Cappotto termico interno ed esterno alla casa: quanto costa al metro quadrato

Giorgia Bonamoneta

25 Dicembre 2021 - 14:47

condividi

Conviene fare il cappotto termico alla propria abitazione? Cos’è, quanto costa e consigli sui lavori interni o esterni alla casa. Ecco quello che devi sapere.

Cappotto termico interno ed esterno alla casa: quanto costa al metro quadrato

Abbiamo già parlato di come riscaldare la propria abitazione, fornendo una guida pratica all’installazione dell’uno o dell’altra delle fonti di calore più convenienti sul mercato. Ma esiste anche un altro modo per impedire la fuoriuscita del calore e soprattutto per risparmiare sulle bollette: il cappotto termico.

Se fa molto freddo in casa, anche con un adeguato riscaldamento in base ai metri quadri, potrebbe essere un problema relativo al cappotto termico, cioè alla mancanza di una protezione esterna o interna alla propria abitazione.

Come funziona, quanto costa e quale tipologia (interno o esterno) è migliore? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul cappotto termico.

Cos’è il cappotto termico?

Una casa di scalda anche senza un sistema di riscaldamento, questo perché le persone emettono calore vivendo, facendo la doccia, cucinando e molto altro. Il calore interno e il freddo esterno possono generare condensa. Quella che si vede sulle pareti, sulle finestre e piastrelle è spreco di calore.

Il cappotto termico è un sistema d’isolamento che si può aggiungere a una casa nuova, in fase di costruzione (conviene esterno) o su una casa datata (interno).

Il cappotto non è altro che l’applicazione di un rivestimento isolante sulla parte esterna o interna delle pareti dell’edificio. Isolando si impedisce la dispersione del calore e la creazione di zone di condensa (acqua sulle pareti). Si chiamano “ponti termici” e sono delle porzioni in cui avviene un cambio di materiale o di geometria che apre il passaggio al freddo esterno.

Cappotto termico: meglio isolare l’interno o l’esterno della casa?

Il cappotto termico, per farla semplice: mantiene le pareti più fredde d’estate e più calde d’inverno, quindi impatta profondamente sulle bollette di gas e luce. Diminuisce, di fatto, il bisogno di accendere i termosifoni a lungo in inverno o ventilatori, condizionatori etc. in estate Questo ha un impatto anche sulla condensa, come abbiamo detto e di conseguenza sulla muffa. Infine si può dire che migliora la salute dell’abitazione e degli inquilini.

La scelta tra isolare l’esterno o l’interno dipende da molti fattori. Per esempio un edificio storico potrebbe non ottenere il permesso di isolare l’esterno e quindi rimarrà solo la possibilità di isolare l’interno.

L’isolamento esterno però ha diversi benefici, per esempio:

  • una maggiore efficienza invernale ed estiva;
  • una grande inerzia termica, cioè l’ambiente si riscalda e raffredda lentamente;
  • una correzione dei ponti termici più semplice;
  • posa in opera più semplice.

Quali sono i costi dei materiali e dell’istallazione del cappotto termico

Il costo di un cappotto termico non è economico, il prezzo oscilla in base ai metri quadri e al materiale usato, ma una bella fetta del preventivo finale è dato anche dal costo d’istallazione.

In generale comunque il prezzo può variare tra i 40 e i 90 euro al metro quadro. Una forbice ampia data dal costo dei materiali, infatti quelli di origine fossile, come il polistirolo costano meno rispetto ai materiali di origine naturale come il sughero, la lana etc.

Al prezzo del materiale e della manodopera va aggiunto il costo del noleggio del ponteggio (tra i 10 e i 15 euro al metro quadro) e il pagamento di diverse figure specializzate come ingegnere, architetto o geometra.

Vediamo l’esempio di un preventivo:

Voci Metro quadri Prezzo al metro quadro Costo totale
Polistirene espanso estruso (XPS) 500 60€ 30.000€
Ponteggio (10x10x4 pareti) 400 15€ 6.000€
Professionista 5.000€
Smontaggio e ri-montaggio tegole 100 40€ 4.000€
Guaina bituminosa (solo su tetto) 100 15€ 15.000€
TOTALE 46.500€

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it