Borsa Italiana: le strategie operative secondo l’analisi tecnica

La giornata si apre all’insegna del rialzo per l’indice FTSE Mib. L’Ufficio studi di Money.it si è focalizzato su alcuni titoli quotati a Piazza Affari che presentano i migliori spunti tecnici per l’operatività odierna. Focus su FCA e Ferragamo

Borsa Italiana: le strategie operative secondo l'analisi tecnica

L’indice FTSE Mib apre la seduta in rialzo dello 0,32%, attestandosi a 20.237,50 punti.

Ieri la Banca centrale europea ha stabilito che i tassi di interesse resteranno fermi almeno fino alla metà del 2020. La guidance sul costo del denaro della BCE non esclude però che il prossimo movimento dei tassi di interesse possa essere un taglio, ha spiegato il Presidente dell’Eurotower, Mario Draghi, durante la conferenza stampa che si è svolta dopo la riunione a Vilnius (clicca qui per approfondire).

Per quanto riguarda il nuovo round di TLTRO la BCE ha comunicato che verranno effettuati ad un tasso di interesse superiore di 10 punti base (-0,30%) rispetto al tasso medio applicato alle operazioni di rifinanziamento principali.

Durante la conferenza Draghi ha inoltre dichiarato che la Banca centrale europea si aspetta una crescita del Pil dell’Eurozona dell’1,2% nel 2019, dell’1,4% nel 2020 e dell’1,4% nel 2021.

«Nonostante i dati migliori del previsto del primo trimestre le informazioni più recenti indicano che i venti contrari globali continuano a soffiare sulle prospettive dell’Eurozona», ha spiegato il Presidente.

Restano infatti sul banco le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, con il Presidente Usa, Donald Trump, che ha avvertito Pechino di un altro possibile aumento di tariffe nonostante abbia affermato che gli sviluppi dei colloqui tra Usa e Cina sono «interessanti».

In questo contesto, per quanto riguarda le strategie operative sui titoli di Piazza Affari, l’Ufficio studi di Money.it ha condotto la consueta analisi tecnica su alcune azioni interessanti dal punto di vista grafico: focus su FCA e Ferragamo.

  • FCA: ieri il titolo, dopo un avvio in calo, ha azzerato le perdite chiudendo a +0,09%. La società ha ritirato la proposta di fusione con Renault, evidenziando che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile operazione proceda con successo. In un comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze francese si legge che lo stato francese aveva fissato quattro condizioni per arrivare ad un accordo definitivo sulla fusione tra le due case. Un’intesa era stata trovata su tre condizioni, ma restava ancora da ottenere un supporto esplicito di Nissan relativamente all’operazione. A livello grafico il balzo di ieri dopo l’apertura in forte gap down potrebbe favorire l’implementazione di strategie long, con obiettivo in prossimità della trendline ascendente che conta i minimi segnati a gennaio e a marzo, ora transitante a 13,00 euro.
  • Ferragamo: il titolo del settore lusso è stato promosso da HSBC a hold, con prezzo obiettivo che è salito da 16 a 19 euro. Nel lungo periodo i corsi rimangono all’interno di un ampia struttura laterale che vede come base area 17-18 euro, mentre come resistenza i 21,73 euro per azione. Ieri, dopo il sorpasso al rialzo della SMA 200 i corsi hanno disegnato un pattern dalle implicazioni ribassiste (Shooting star) che potrebbe essere sfruttato per implementare strategie short. Target ambizioso a 18 euro.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borsa Italiana

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.