Secondo Automotive News, BMW sta lavorando a una nuova funzionalità che potrebbe aiutare i conducenti delle sue auto a evitare multe per eccesso di velocità. Pagando un extra, i proprietari possono ricevere avvisi relativi alla presenza di autovelox che appariranno sulla dashboard.

BMW potrebbe introdurre tecnologia di rilevamento di autovelox

A questa funzione si potrà accedere attraverso il pagamento di un abbonamento. Con l’abbonamento abilitato, l’auto di BMW avviserà i conducenti quando la polizia sta tentando di misurare la loro velocità. Il sistema non è lo stesso di Waze o Google Maps, che utilizzano posizioni contrassegnate dall’utente per avvisare degli autovelox.

Invece, il sistema di BMW si basa su radar e rilevatori laser integrati e sulla rete nazionale di telecamere per il traffico fisse e mobili. La funzione è alimentata dal know-how di Here Technologies, una società che BMW ha acquistato alcuni anni fa con Audi e Mercedes-Benz.

Ovviamente non sappiamo se tale tecnologia potrà essere implementata in Italia dove le leggi al riguardo vietano la segnalazione di autovelox lunga le strade e autostrade italiane. In altri paesi però queste limitazioni non ci sono e dunque tale tecnologia potrà trovare impiego.

Non è ancora chiaro dove e quando questa nuova funzionalità sarà introdotta

Chiarito questo, non siamo ancora sicuri di quali paesi o modelli BMW avranno accesso a questa funzione. Partiamo dal presupposto che i nuovi modelli come la BMW M4 del 2021 avranno la funzione disponibile, ma anche altri modelli del 2021 con il sistema operativo iDrive 7 e Live Professional Cockpit dovrebbero averla. I nuovi modelli includeranno tre mesi di servizi gratuiti. Questo ovviamente non è l’unica novità che le nuove auto del produttore bavarese riceveranno.

Infatti la casa automobilistica tedesca sta testando la possibilità di introdurre ulteriori funzionalità basate su abbonamento che i clienti possono aggiungere dopo aver acquistato la propria auto.