Azioni Saipem: conviene comprare dopo trimestrale?

icon calendar icon person
Azioni Saipem: conviene comprare dopo trimestrale?

Azioni Saipem: dopo la prima trimestrale 2017 comprare conviene? Ecco come bisogna posizionarsi sul titolo secondo gli analisti.

Azioni Saipem: comprare conviene dopo la prima trimestrale del 2017?

In seguito alla pubblicazione della trimestrale in questione molti analisti sono tornati delle azioni Saipem con nuovi rating e target price che hanno cercato di chiarire come conviene posizionarsi secondo gli esperti.

Nel giudicare le azioni Saipem ci sono diversi elementi da tenere in considerazione, e questi non riguardano soltanto i risultati della prima trimestrale 2017. Dall’inizio dell’anno ad oggi la quotazione Saipem ha perso ampio terreno sulla Borsa Italiana.

In realtà ad affaticare l’andamento delle azioni Saipem ci hanno pensato i continui ed evidenti crolli del prezzo del petrolio che ha più volte messo sotto pressione i titoli energetici, tra cui quello della quotata in questione. Saipem è passata dallo scambiare sopra i 0,5 euro all’inizio dell’anno allo scambiare poco sopra quota 0,3 euro oggi. Per questo vale la pena di chiedersi quanto conviene comprare azioni Saipem e quanto invece conviene vendere o comunque stare lontano dal titolo.

La domanda è tornata più in voga che mai dopo la pubblicazione della già citata trimestrale societaria, la prima del 2017 che ha stupito negativamente riportando un crollo del 20,3% dei ricavi. Di seguito saranno riportati tutti i dati di tale trimestrale e tutte le raccomandazioni degli analisti sul titolo con l’intento di rispondere alla domanda: conviene comprare azioni Saipem e come posizionarsi sul titolo?

Azioni Saipem: dopo trimestrale conviene comprare?

Dopo la pubblicazione della prima trimestrale 2017 avvenuta lo scorso 21 aprile, diversi analisti sono tornati ad esprimersi sulle azioni Saipem. Tra questi segnaliamo Raymond James, che lo scorso 24 aprile ha scelto di confermare il target price a 0,35 euro per azione e la raccomandazione Underperform.

Su Saipem anche gli analisti di Kepler Cheuvreux che nella stessa occasione, dopo la trimestrale societaria, si sono espressi confermando il rating Hold, ma rivedendo al ribasso il prezzo obiettivo sul titolo. Il target price di Saipem è stato rivisto da 0,48 a 0,45 euro per azione.

Poco più positivi dopo la trimestrale si sono mostrati gli esperti di Banca IMI che hanno scelto di alzare la raccomandazione sulle azioni Saipem da Reduce a Hold. Contemporaneamente però essi hanno tagliato il prezzo obiettivo del titolo petrolifero da 0,45 a 0,40 euro per azione.

Dopo la trimestrale, target price su Saipem limato anche da parte di Equita Sim. In questo caso gli esperti hanno ridotto il prezzo obiettivo a quota 0,43 euro, mentre hanno reiterato la raccomandazione Hold. Pessimismo post-trimestrale anche quello dimostrato da Barclays che ha confermato il rating Overweight delle azioni Saipem ma ha abbassato il target price da 0,62 a 0,55 euro.

Ad esprimersi sul titolo dopo la trimestrale sono stati anche gli analisti di Goldman Sachs che lo scorso 25 aprile hanno scelto di confermare il loro rating Buy ma di rivedere al ribasso il target price su Saipem a 0,53 euro per azione. Dello stesso avviso anche UBS, che ha reiterato la raccomandazione Neutral ma ha tagliato il prezzo obiettivo a 0,43 euro.

Anche gli analisti di Mediobanca non si sono mostrati particolarmente euforici davanti alla trimestrale di Saipem. Qualche giorno dopo la pubblicazione dei risultati economici relativi ai primi 3 mesi del 2017, gli esperti hanno confermato il rating Neutral, ma anche in questo caso hanno abbassato il target price a 0,45 euro.

Infine, lo scorso 10 maggio, mentre Kepler ha confermato sia il rating che il target price già citati in precedenza, da Jefferies sono arrivate notizie negative. Sulla base di peggiori stime sui ricavi nel periodo 2017/2019, gli analisti hanno scelto di abbassare il rating da Buy a Hold e il prezzo obiettivo da 0,56 a 0,38 euro. Alla luce di tutto questo, quanto conviene comprare azioni Saipem?

Azioni Saipem: conviene comprare? La trimestrale

Secondo quanto riportato dalla prima trimestrale dell’azienda petrolifera, i ricavi da gennaio a marzo hanno subito una brutta flessione del 20,3% e sono scesi a 2.263 milioni di euro a causa di un’attività più ridotta nei settori E&C Offshore e Drilling. A ciò si aggiungano poi una flessione del 18,4% dell’Ebitda adjusted che si è assestato a 256 milioni di euro, e ancora un peggioramento del 22% dell’utile netto a 47 milioni di euro.

La trimestrale Saipem ha confermato la guidance 2017 per la quale la società si attende ricavi di 10 miliardi, Ebitda di 1 miliardo e un utile netto di oltre 200 milioni di euro. Proprio queste conferme hanno fatto decollare la quotazione a fine aprile. Conviene comprare azioni Saipem alla luce di tutto questo?

Azioni Saipem: conviene comprare? La scheda di sintesi post-trimestrale

Come abbiamo visto poco fa, la trimestrale Saipem ha mostrato risultati economici contrastati che tuttavia non hanno influito negativamente sul titolo:

  • Ricavi: 2.263 milioni (-20,3%)
  • Ebitda adjusted: 256 milioni (-18,4%)
  • Utile netto: 47 milioni (-22%)

Sulla base di questi dati, gli analisti hanno scelto di rivedere in meglio o in peggio le loro raccomandazioni sulle azioni Saipem:

Raymond James Underperform 0,35
Kepler Cheuvreux Hold 0,45
Banca IMI Hold 0,40
Equita Sim Hold 0,43
Barclays Overweight 0,55
Goldman Sachs Buy 0,53
UBS Neutral 0,43
Mediobanca Neutral 0,45
Jefferies Hold 0,38

Alla luce di tutti i dati, dei rating e dei target price riportati, quanto conviene comprare azioni Saipem e quanto invece esse non rappresentano un buon investimento?

Chiudi X