Auto ibride: vantaggi, svantaggi e migliori modelli 2022

Marco Lasala

21/02/2022

21/02/2022 - 11:03

condividi

Nell’era dell’elettrificazione le auto ibride si diffondono a macchia d’olio: quali sono i migliori modelli, i vantaggi, svantaggi e le agevolazioni nell’acquisto?

Le auto ibride sono attualmente la vera e reale soluzione alle esigenze di mobilità sostenibile. Nell’era dell’elettrificazione il bilanciamento tra rispetto dell’ambiente, risparmio energetico e massimizzazione dell’efficienza delle risorse naturali rappresenta la vera scommessa delle case automobilistiche europee e non, impegnate da diversi anni nel progettare e proporre alternative ai classici e tradizionali veicoli endotermici.

Le auto ibride sono attualmente, vista anche la scarsa diffusione e integrazione di stazioni di ricariche energetiche, il miglior compromesso tra passato e futuro. I veicoli elettrici per quanto offrono sempre più tecnologia e autonomia rappresentano a oggi una grande rivoluzione destinata a cambiare usi e abitudini degli automobilisti.

Quali sono i reali vantaggi delle auto ibride e come possiamo classificarle?

Possiamo distinguere due tipologie di veicoli con alimentazione ibrida:

  • le auto ibride leggere dette anche “mild-hybrid”, sono quelle più diffuse, si tratta di una alimentazione che non richiede una ricarica esterna perché capace di generare energia durante la marcia e che, salvo su alcuni e più recenti modelli (Alfa Romeo Tonale, Suzuki Swace etc..), non consentono al conducente di selezionare la sola modalità di guida elettrica perché è l’elettronica che autonomamente seleziona la migliore alimentazione che consente di ridurre consumi ed emissioni;
  • le ibride plug-in (PHEV) al contrario richiedono una ricarica esterna, in media riescono a percorrere dai 50 ai 70 chilometri in modalità full electric, sono dotate di più motori elettrici e spesso offrono anche la trazione integrale. Generalmente sono molto più costose delle mild-hybrid e vengono commercializzate esclusivamente con cambio automatico.

Altro plus a favore delle ibride leggere è il peso, rispetto alle più impegnative plug-in sono nettamente più leggere per via della sola presenza di un motore endotermico e di un’unità elettrica che funge da alternatore/starter integrato e che è abbinato a un pacco batteria agli ioni di litio dalle dimensioni ridotte.
Un esempio può fare ulteriore chiarezza sulla semplicità di funzionamento di questo sistema: sulla Suzuki Swift Hybrid, vettura compatta con alimentazione a 12 V, l’unità ISG (Integrated Starter Generator) ha un peso di soli 6 kg e funge da sistema di ricarica della batteria in maniera del tutto autonoma in decelerazione e frenata, quest’ultima è posta sotto i sedili anteriori, per una perfetta distribuzione delle masse.

Le PHEV rispetto a un’analoga versione con solo motore endotermico, pesano oltre 200 chili in più perché alla presenza generalmente di una coppia di unità elettriche, abbinano anche un grosso pacco batteria, riserva energetica che consente la marcia in modalità zero emissioni. Le ibride plug-in offrono maggiore potenza rispetto alle mild-hybrid e nelle lunghe percorrenze anche consumi sensibilmente inferiori.

Vantaggi e svantaggi pratici dunque per queste due tipologie di alimentazione ma anche notevoli benefici economici, perché le auto ibride non solo consumano meno rispetto ai tradizionali veicoli a combustione interna ma sono esenti e/o beneficiano di una notevole riduzione nel pagamento del bollo auto e non sono soggette a limitazioni di circolazione potendo attraversare anche zone a traffico limitato.

Per i puristi e nostalgici del passato c’è da chiarire un ulteriore elemento che può influire nella scelta e fase di acquisto di un’auto ibrida plug-in: il pacco batteria viene coperto da una garanzia che tendenzialmente ricopre il suo intero ciclo vita, Mercedes-Benz ad esempio garantisce fino a 250.000 chilometri.

Auto ibride 2022: i modelli migliori

Fiat 500X Hybrid

Fiat 500X Hybrid Fiat 500X Hybrid

È tra le city car ibride più apprezzate del 2021, il suo cuore è un moderno motore FireFly che eroga una potenza di 70 cavalli per una coppia massima di 92 Nm a 3.500 giri al minuto, dal peso ridotto, soli 77 chili, è abbinato a un’unità elettrica BSG (Belt Starter Generator) e a un pacco batteria da 3,6 kWh posizionato sotto il sedile lato guida.
Rispetto alla precedente generazione spinta dal motore Fire da 1.2 litri da 69 cavalli, la Panda Ibrida vanta emissioni contenute fino al 30% pur risultando più veloce e scattante. Il cambio manuale a sei marce è stato appositamente rivisto per diminuire i consumi nell’utilizzo extra-urbano.

Prezzi a partire da 29.400 euro.

Toyota Yaris Cross Hybrid

Toyota Yaris Cross Hybrid Toyota Yaris Cross Hybrid

Un crossover ibrido, moderno e pratico, una novità che ha infiammato il cuore degli automobilisti italiani. La grande efficienza che da sempre accompagna la tradizionale Yaris cinque porte è presente anche su questo nuovo modello che nasce sulla piattaforma GA-B e che punta sul powertrain ibrido da 1.5 litri a ciclo Atkinson da 116 cavalli con emissioni di CO2 pari a 100 grammi per chilometri.
Tra le prerogative di questo modello figurano la possibilità di scegliere tra cinque differenti allestimenti e la trazione integrale AWD-i.

La Toyota Yaris Cross Hybrid è in grado di percorrere oltre 20 chilometri con un litro.
Prezzi a partire da 25.400 euro.

Alfa Romeo Tonale

Alfa Romeo Tonale Alfa Romeo Tonale

Un SUV ibrido atteso che punta sul massimo piacere di guida e su di un’estetica che richiama quello del concept Tonale presentato in occasione del Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra, un modello che offre a fronte di una dotazione completa che privilegia soprattutto la sicurezza e la guida a zero emissioni, una serie di motorizzazioni con alimentazione ibrida particolarmente efficienti e prestanti.
La versione d’accesso è spinta dal nuovissimo motore da 1.5 litri, un quattro cilindri da 130 cavalli abbinato a un’unità elettrica denominata e-motor che fornisce una spinta supplementare di poco più di 20 cavalli e che consente al guidatore di selezionare differenti modalità di guida full electric, dalla marcia in colonna alle manovre di parcheggio.
Due gli allestimenti disponibili, Super e Ti (acronimo di Turismo Internazionale), la motorizzazione di punta da 275 cavalli è dotata di alimentazione ibrida plug-in.

I prezzi dalle nuova Alfa Romeo Tonale non sono stati ancora comunicati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti a Money.it