Argento: è vicina una forte crescita della domanda, merito dell’energia solare

Flavia Provenzani

11 Maggio 2015 - 14:02

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Prevista una forte crescita della domanda per l’argento grazie al suo utilizzo nei pannelli fotovoltaici. Riuscirà la produzione a soddisfare la domanda da parte del settore dell’energia solare?

Le maggiori economie mondiali che si stanno muovendo verso un’implementazione del settore dell’energia solare, dove l’argento è una delle componenti principali nella costruzione di pannelli fotovoltaici: riuscirà l’industria di estrazione e produzione di argento a tenere il passo con la crescente domanda?

L’Argento (XAGUSD) è stato estratto per migliaia di anni ma per la maggior parte del 20° secolo è stato considerato il metallo prezioso dei poveri, con il suo valore da sempre eclissato dall’attrattiva dell’oro.

Ogni anno, l’argento viene sempre di più impiegato in nuovi processi industriali.
Un catalizzatore importante per la domanda nel prossimo decennio sarà la produzione di energia solare.

L’Argento è una componente chiave nelle celle dei pannelli fotovoltaici in silicio cristallino (PV). Secondo IHS, la domanda di energia solare è destinata ad aumentare del 30% per 57 gigawatt di energia elettrica nel 2015. Solamente la Cina installerà qualcosa come 17 gigawatt di capacità di energia solare entro la fine del 2015, creando un’enorme domanda potenziale di argento.

La maggior parte delle celle fotovoltaiche (PV) richiedono l’utilizzo di pasta d’argento nella loro costruzione e che l’industria di energia solare da sola si stima che utilizzerà 2000 tonnellate di argento da qui all’inizio del 2016.

La domanda di argento da parte dell’industria del fotovoltaico è cresciuta di circa il 7% l’anno scorso e il tasso di crescita dovrebbe aumentare nel prossimo decennio.

Nonostante il futuro luminoso per la domanda di argento nel lungo termine, i prezzi del metallo sono crollati negli ultimi tre anni da una media di 61 dollari per oncia a poco meno di 17 dollaro per oncia.

Una delle principali cause di questo drastico calo è stata la Cina, che ne è il principale consumatore industriale del mondo. Come tutti i prodotti che dipendono dalle fabbriche cinesi, l’argento ha sofferto del rallentamento della crescita dell’economia cinese.

Secondo l’ultimo sondaggio sull’argento a livello mondiale pubblicato dall’Istituto dell’Argento e Thomson Reuters:

«La combinazione tra il rallentamento della crescita cinese, un allontanamento dalle materie prime come asset class, un dollaro più forte e un anno difficile per i metalli più preziosi in generale ha portato ad un prezzo medio annuo dell’argento più basso.»

Ma le prospettive a lungo termine potrebbero migliorare grazie al raggiungimento di un accordo vincolante sull’utilizzo dell’energia solare tra le economie più importanti a Parigi.

Un accordo comporterebbe un rafforzamento domanda di celle fotovoltaiche, con le principali economie in via di sviluppo come l’India e la Cina che aumenteranno il loro contributo alla domanda globale di energia solare.

E’ probabile quindi che il problema non sarà più domanda ma la futura offerta.

Dopo anni di crescita dell’offerta per soddisfare la nuova domanda di energia rinnovabile, la produzione dell’argento andrà in stallo quest’anno come parte di un rallentamento più generale tra le commodities.

L’estrazione di argento è cresciuta di appena il 5% a 877.5m lo scorso anno, secondo il sondaggio di Thomson Reuters.

«Questo tipo di crescita è riconducibile all’uscita dell’argento e del rame dal settore primario»,

si legge sul report.

La produzione primaria d’argento è cresciuta dell’8%, rappresentando il 31% dell’offerta globale. Il report afferma che il Messico è il principale produttore di argento al mondo, seguito da Perù, Cina, Australia e Cile.

Tuttavia, gli analisti temono che la mancanza di investimenti da parte della gestione delle miniere d’argento potrebbe causare un calo di produzione nel corso dei prossimi anni, in un momento in cui la domanda dal settore dell’energia solare sarà in rapida crescita.

Naturalmente, l’argento continuerà a rimanere secondo all’oro agli occhi agli occhi degli investitori in metalli preziosi. Ma proprio come il rame, l’argento è un bene la cui importanza è destinata a crescere grazie alla ricerca a livello mondiale di nuove fonti di energia rinnovabile.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories