Analisi tecnica azioni: su Ferrari pesa l’uscita di Marchionne ma il supporto a 113,60 euro regge

L’apertura di Ferrari soffre dell’addio anticipato di Sergio Marchionne. Con la discesa di oggi annullata la figura di rounding bottom costruito a 113,60 euro

Analisi tecnica azioni: su Ferrari pesa l'uscita di Marchionne ma il supporto a 113,60 euro regge

Apertura pesante per Ferrari, che questa mattina ha aperto in gap down facendo segnare la peggior performance di Piazza Affari. Dopo il contatto con i supporti statici a 113,60 euro ereditati dai minimi del 28 giugno scorso però, i corsi stanno tentando un timido recupero.


Il titolo Race a Piazza Affari, timeframe giornaliero

Se tale supporto dovesse reggere fino a fine seduta i prezzi potrebbero essere traghettati al test della resistenza statica in area 119, 50 euro ad azione, livello che peraltro corrisponde alla conferma del rounding bottom costruito nelle scorse ottave nell’intorno di 113,60 euro e che dopo il gap di oggi è stato annullato.

I minimi odierni, attualmente collocati in zona 113 euro sono inoltre molto vicini al test della linea di tendenza che collega i minimi del 2 gennaio 2018 a 83,10 euro con quelli del 4 aprile 2018 a 95,22 euro: data la vicinanza di questi due importanti livelli supportivi, e senza dimenticare che ci si trova in un importante trend rialzista è ragionevole aspettarsi un rimbalzo.

Se tale rimbalzo non dovesse avvenire le quotazioni potrebbero soffrire di un ben più importante indebolimento che potrebbe estendere verso le zone di 103 euro ad azione, corrispondente ad un livello statico di supporto, al contatto con la media a 200 giorni e alla validità psicologica di quota 100 euro.

Risulta quindi fondamentale per una ripartenza dei corsi in primis la chiusura del gap per poi passare alla rottura di quota 119,50 euro che potrebbe portare con ragionevoli possibilità i prezzi a testare i massimi storici di area 129,50 euro ad azione.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Ferrari

Come detto prima il trend è fortemente rialzista e per questo motivo fino a che i livelli supportivi menzionati non verranno rotti, l’analisi tecnica del titolo suggerirebbe di privilegiare operazioni di matrice long.

A tale proposito, se la seduta odierna chiudesse vicina ai massimi si potrebbe adottare un’operatività che preveda l’entrata alla rottura dei massimi odierni, stop loss a 110 euro e obiettivo principale a 125 euro. Obiettivo finale per questa strategia potrebbe essere individuato a 128,50 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.