Analisi azioni: esplosione di volatilità su Leonardo, il breakout della resistenza a 10 euro sarà confermato?

La recente rottura della resistenza statica e psicologica a 10 euro necessità di conferma. È oggi la seduta in cui avverrà la validazione? Analizziamo anche il caso in cui il breakout venga confutato

Analisi azioni: esplosione di volatilità su Leonardo, il breakout della resistenza a 10 euro sarà confermato?

Leonardo ha recentemente rotto al rialzo l’importante livello di resistenza statica a 10 euro, significativo non solo a livello tecnico ma anche a livello psicologico. La bontà del breakout sarà demandata alla chiusura dell’ottava, che dovrà restare necessariamente superiore al livello di 10 euro per consentire alle forze rialziste di portare il titolo in area 11,45-12,00 euro, prossima resistenza statica chiave.


Leonardo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Martedì scorso Leonardo, dopo aver oscillato in lateralità tra maggio e fine luglio all’interno del range contenuto dentro i supporti a 8,10 e 8,52 euro e il livello resistenziale psicologico di 10 euro, ha successivamente rotto la trendline ribassista che collega i massimi toccati a inizio anno a 11,45 e il massimo segnato nella prima decade di maggio in area 10 euro.

La rottura non è stata immediata, i prezzi infatti hanno stazionato appena al di sopra della trendline con un evidente diminuzione della volatilità disegnando un triangolo di compressione dal quale poi le quotazioni sono uscite con un breakaway da manuale, lasciando aperto un gap di quasi 30 centesimi.

Alla luce del recente momentum rialzista si vuole privilegiare un’operatività long solo se il breakout verrà confermato con un pullback sul livello appena rotto, da quel momento sarà importante attendere segnali di forza per ipotizzare un arrivo del titolo in area 11,45-12,00 euro.

Considerando l’indicatore RSI che staziona su livelli di Ipercomprato, e l’attuale fase negativa dell’indice nostrano che ieri ha disegnato un pattern engulfing ribassista, se nella giornata odierna la chiusura dovesse essere sui minimi e al di sotto dei 10 euro si dovrebbe considerare l’attuale breakout come falso ed implementare strategie short in direzione dell’area statica a 8,50-8,00 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Leonardo


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Segnali long si dovrebbero attendere a ridosso del livello statico a 10 euro con stop loss fissato a 9,66 euro, il minimo della candela di breakout; primo target a 11,45 euro, target più ambizioso a 12,00 euro.

Per un’operatività short si considerano aperture di posizioni da 9,90 con stop loss fissato 10,60, target intermedio a 9,00 euro, target finale a 8,50 euro.

Iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere le news e le analisi più importanti sui Certificati

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica forex: EUR/USD rientrerà nel triangolo?

Analisi tecnica forex: EUR/USD rientrerà nel triangolo?

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica forex: EUR/GBP disegna pattern engulfing con implicazioni rialziste

Analisi tecnica forex: EUR/GBP disegna pattern engulfing con implicazioni rialziste

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica Forex: il cambio EUR/USD nel giorno della FED, quali indicazioni emergono dal grafico?

Analisi tecnica Forex: il cambio EUR/USD nel giorno della FED, quali indicazioni emergono dal grafico?

Commenta

Condividi