Analisi azioni: Tenaris non ferma la fame di rialzo, prossima fermata a 16 euro

Tenaris allunga grazie a rialzi del prezzo del petrolio. La price action del titolo è costruttiva e fa pensare che il movimento abbia buone possibilità di proseguire

Analisi azioni: Tenaris non ferma la fame di rialzo, prossima fermata a 16 euro

Dopo la seduta estremamente positiva di ieri, su Tenaris non si ferma la fame di rialzi. L’apertura odierna in gap up è dovuta alla notizia relativa al raggiungimento di un accordo da parte della società per rilevare il 47,79% di Saudi Steel Pipe Company, gruppo privato saudita che si occupa della produzione di tubi in acciaio (clicca qui per approfondire).


Tenaris, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Graficamente il quadro tecnico migliora molto. Dopo la seduta di ieri, che ha decretato la rottura dalla linea di tendenza che collega i massimi del 10 luglio a quelli del 28 agosto 2018, i corsi si sono diretti verso la chiusura del gap down lasciato aperto dallo scorso 30 agosto.

I prezzi delle azioni Tenaris sembrano pronti a raggiungere la zona dei 15,40 euro ad azione che, se violata, li traghetterebbe verso l’area dei 16 euro ad azione. In tale intorno incontrerebbero una nuova resistenza espressa dal livello dinamico disegnato con i massimi del 22 maggio e 10 luglio 2018.

Il forte trend rialzista iniziato alla fine di ottobre 2017 era stato interrotto a maggio 2018, quando i prezzi hanno iniziato una fase di lento declino che li ha portati a ritracciare il 61,8% di Fibonacci del movimento con minimo al 26 ottobre 2017 e massimo al 18 maggio scorso.

Vista la forza dimostrata dal titolo durante questo mese, ci potrebbero essere buone possibilità relative al fatto che la fase di debolezza sia in procinto di concludersi.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Tenaris


Elaborazione Ufficio Studi Money.it

Vista la forza dimostrata dalle quotazioni si potrebbe sfruttare l’occasione derivante dall’eventuale re-test della linea di tendenza rotta nella seduta di ieri. Se quindi i corsi dovessero tornare a 14,48 euro, si potrebbero adottare strategie di matrice rialzista con stop loss a 14 euro, obiettivo principale a 15,57 e obiettivo finale a 15,90.

Per chi invece volesse seguire la tendenza partita lo scorso maggio, potrebbe ricercare operazioni di matrice ribassista con un pattern di inversione ribassista (evening star, inverted hammer, bearish engulfing, ecc.) nell’intorno di quota 15,40 euro. Tale tipo di operatività avrebbe stop loss a 15,70 euro, obiettivo principale a 15,10 euro e obiettivo finale a 15 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.