Analisi tecnica azioni: Salini Impregilo in gap up con le operazioni concluse negli Stati Uniti

Apertura positiva per il gruppo Salini Impregilo a Piazza Affari grazie all’aggiudicazione di un nuovo contratto in California e alla cessione della divisione Plants & Paving della controllata americana Lane Construction

Analisi tecnica azioni: Salini Impregilo in gap up con le operazioni concluse negli Stati Uniti

Inizio di settimana positivo per il gruppo Salini Impregilo, che ha aperto in gap up rispetto alla seduta di venerdì, quando le contrattazioni si erano fermate a 2,34 euro.

La società di costruzioni ha venduto la divisione Plants & Paving della controllata statunitense Lane a una società del gruppo Vinci per un corrispettivo di 555 milioni di dollari, 100 milioni superiore dell’esborso necessario per l’acquisto di 3 anni fa che ha quindi permesso un’ingente utile al gruppo del settore delle costruzioni (clicca qui per approfondire la notizia).


Salini Impregilo, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Al momento della scrittura le quotazioni del titolo si attestano a quota 2,43 in ritracciamento dopo aver toccato un massimo di 2,51 euro in mattinata.
Con il recente impulso rialzista il titolo ha rotto il livello statico a 2,37 euro che intrappolava le contrattazioni da inizio maggio all’interno di un trading range delimitato dalla parte superiore dal livello a 2,37 euro e dalla parte inferiore a 2,09 euro area supportiva che il gruppo delle infrastrutture non vede dal mese di ottobre 2014.

Prestando attenzione alla price action che si è sviluppata da inizio maggio si può notare che i minimi dell’ultima decade di maggio e di fine luglio, i quali hanno formato la parte inferiore del range, hanno anche disegnato un pattern di doppio minimo, ed è interessante notare che la proiezione dell’altezza di questo rettangolo coincida quasi chirurgicamente al prossimo livello statico in area 2,62 euro.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su Salini Impregilo


Elaborazione ufficio studi Money.it

Al fine di valutare quale potrebbe essere l’operatività più idonea, sarà importante prestare attenzione ad un ritorno dei prezzi sull’area statica precedentemente rotta a 2,37 euro: se il livello dovesse tenere allora si potrebbe attendere la formazione di segnali dalle implicazioni rialziste (anche su time frame minori come il 4 ore o il time frame orario) con direzione il livello statico a 2,62 euro ereditato dai massimi segnati a marzo e a fine maggio scorsi.

Lo stop loss in questo potrebbe essere posizionato a 2,31 euro. Qualora i prezzi dovessero chiudere con la sessione odierna al di sotto dei 2,37 euro, allora probabilmente si potrebbero rivedere le quotazioni di nuovo in area 2,09 euro area supportiva che ha caratterizzato i corsi per tutta la stagione estiva.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.