Analisi azioni: Leonardo scivola verso gli 8 euro, focus su indicazioni ribassiste

Giornata improntata al ribasso per Leonardo che nell’ultima settimana ha messo in fila una brutta serie di indicazioni ribassiste sia in ottica di breve che di medio-lungo periodo

Analisi azioni: Leonardo scivola verso gli 8 euro, focus su indicazioni ribassiste

Proseguono le difficoltà borsistiche per Leonardo. Oggi in Borsa il titolo dell’azienda guidata da Alessandro Profumo perde oltre il 2% facendo peggio dell’indice FTSE Mib che invece arretra di circa un punto. Con il movimento di oggi inoltre il prezzo delle azioni Leonardo è sceso su un nuovo minimo di periodo, sotto i precedenti minimi relativi del 29 e 30 maggio 2018.

Con questa indicazione il quadro tecnico del titolo si fa più complicato e aumentano gli indizi che propendono per un’ulteriore estensione dei ribassi che hanno messo sotto pressione il titolo già da diversi mesi.

Leonardo: indicazioni ribassiste in aumento, dove può arrivare il titolo?


Grafico settimanale Leonardo; fonte: Bloomberg

Analizzando il quadro grafico di lungo periodo di Leonardo si può notare che il ribasso partito a novembre ha di fatto messo fine al trend rialzista di lungo periodo che ha interessato il titolo dalla seconda metà del 2012. L’incapacità di superare la barriera grafica posta a 16 euro ha infatti pesato sull’umore degli acquirenti. Inoltre, le notizie negative giunte a novembre sul fronte della guidance hanno completato il quadro e contribuito a tirare giù le quotazioni. Nel 2018 il titolo ha generato un primo segnale negativo con la rottura della trendline rialzista tracciata con i low del maggio 2013 e giugno 2016.

Proprio quest’ultimo minimo, segnato a 8,025 euro, rappresenta il prossimo supporto statico fondamentale per la tenuta del quadro grafico di medio e lungo periodo. Poco sotto di esso, a 7,7467 euro, staziona il livello grafico che esprime il 61,8% del ritracciamento di Fibonacci rispetto al precedente movimento rialzista di lungo periodo fatto partire dal minimo del giugno 2012.

Strategie operative su Leonardo


Grafico giornaliero Leonardo; fonte: Bloomberg

Operativamente dunque sembra che la prevalenza di indicazioni ribassiste fornite dall’analisi del quadro di Leonardo favoriscano l’operatività short. Per valutare ingressi sul breakout completato questa mattina si potrebbe attendere un pullback delle quotazioni fra 8,266 e 8,396 euro. Stop loss di questa strategia è individuabile sulle resistenze statiche a 9 euro che fino ad oggi hanno sempre impedito reazioni consistenti del titolo.

Strategie più conservative, orientate ad un approccio di breakout, potrebbero essere implementate sullo sfondamento del prossimo supporto a 8 euro. Per ricavare adeguati target di queste strategie si possono guardare i successivi livelli statici e psicologici sul chart del titolo, ovvero quota 7 e 7,40 euro. Target più ambiziosi possono essere fissati a 4,462 euro, ovviamente in un’ottica temporale molto estesa.

Iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere le news e le analisi più importanti sui Certificati

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.