Azioni Banco BPM: assist BTP spinge titolo, confermate velleità rialziste

Nelle scorse sedute i prezzi del titolo hanno rimbalzato con forza a ridosso di un doppio livello supportivo. Come operare nelle prossime sedute?

Azioni Banco BPM: assist BTP spinge titolo, confermate velleità rialziste

Le azioni di Banco BPM hanno registrato un importante apprezzamento nelle scorse sedute, disegnando sul grafico daily una candela di forza. Quella odierna sembra invece una seduta all’insegna della cautela, con i prezzi che hanno aperto in lap down e al momento veleggiano attorno alla parità.

Analisi tecnica


Banco BPM, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

Posizionato in una situazione grafica tutt’altro che rialzista, l’andamento delle quotazioni dell’istituto di credito milanese potrebbe dare l’opportunità ai prezzi di prendere respiro.

Sul grafico settimanale la situazione è piuttosto eloquente: i prezzi hanno rimbalzato a ridosso di un doppio livello supportivo, il primo dei quali dato dalla linea che collega i minimi della settimana dell’8 luglio con quelli dell’ottava relativa al 25 novembre 2016; il secondo invece è dato dalla valenza di quota 2 euro come soglia psicologica.


Banco BPM, grafico daily. Fonte: Bloomberg

Con l’osservazione del grafico giornaliero si può invece notare come la candela di ieri abbia rotto sia la trendline che collega i massimi del 22 con quelli del 27 agosto 2018, sia la resistenza statica posta a 2,0955 euro, lasciata in eredità dai massimi del 22 agosto scorso.

Le quotazioni dell’istituto milanese sembrano ora dirette verso area 2,254 euro, dove si trova l’area di resistenza ereditata dai minimi del 6 agosto 2018. Se anche questo ostacolo dovesse venire valicato, si prospetterebbero scenari rialzisti molto interessanti, con i prezzi che potrebbero andare a chiudere il gap down in zona 2,44 euro, lasciato scoperto il 6 agosto scorso.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Banco BPM


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Dall’analisi tecnica emergono opportunità rialziste che si manifesterebbero con un ritorno delle quotazioni in area 2,053 euro, zona in cui ci si potrebbe attendere un pullback. In questo caso, si potrebbe adottare un tipo di operatività long che abbia punto di entrata a 2,053 euro, stop loss sotto area 1,929 euro e obiettivo principale a 2,25 euro. L’obiettivo finale si potrebbe invece individuare a 2,36 euro.

Se invece ci dovesse essere un’importante discesa dei corsi, con chiusure giornaliere sotto area 1,92 euro, si potrebbero utilizzare strategie di matrice ribassista. In questo caso eventuali entrate a 1,92 euro avrebbero stop loss a 2,04 euro, obiettivo principale a 1,77 e obiettivo finale a 1,75 euro ad azione.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Ufficio Studi Money.it -

Analisi forex: segnale long su Eur/Usd fa tornare la voglia di risalita

Analisi forex: segnale long su Eur/Usd fa tornare la voglia di risalita

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi tecnica: azioni Generali superano la resistenza a 15,24 euro, scatta il long

Analisi tecnica: azioni Generali superano la resistenza a 15,24 euro, scatta il long

Commenta

Condividi

Ufficio Studi Money.it -

Analisi Forex: NZD/USD, un rounding bottom chiama nuovi compratori

Analisi Forex: NZD/USD, un rounding bottom chiama nuovi compratori

Commenta

Condividi