Analisi tecnica: Tim al test del supporto statico a 0,6735 euro, come operare ora?

Il titolo Tim si è approssimato alla parte inferiore di un ampio rettangolo di lungo periodo. Da qui è possibile pensare ad un corposo rimbalzo delle quotazioni o è più probabile uno sfondamento ribassista?

Analisi tecnica: Tim al test del supporto statico a 0,6735 euro, come operare ora?

Telecom Italia sta vivendo una fase borsistica contrastata che dura ormai da diverso tempo. Neanche la notizia, positiva a parere degli analisti, relativa al via libera concesso dall’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni sull’operazione di scorporo della rete (clicca qui per gli approfondimenti) ha schiarito il quadro tecnico del titolo.

Il quadro di medio e lungo periodo è negativo

Le azioni Telecom vengono da una prolungata fase ribassista di medio-lungo termine che nel giro di un mese ha portato i corsi dai massimi relativi di maggio ai minimi toccati ieri sui supporti statici a 0,6735 euro.

Il titolo è giunto su questi livelli al culmine di una parabola ribassista che ha trovato il suo sfogo principale successivamente al breakout del supporto dinamico tracciato con i minimi del 6 febbraio e 4 aprile 2018.

In ottica di ampio respiro si nota che il titolo si trova da più di un anno e mezzo all’interno di un trading range ampio, compreso fra un floor a 0,667 e una coriacea resistenza posizionata a 0,90 euro. Ora che il titolo si è approssimato alla parte inferiore di questo rettangolo di lungo periodo è possibile pensare ad un corposo rimbalzo delle quotazioni o è più probabile uno sfondamento ribassista? Vediamo cosa dice l’analisi di breve termine.

Sul quadro di breve emergono maggiori opportunità long

Dopo le ultime ottave che hanno portato le quotazioni sui minimi intraday dal 6 febbraio scorso (0,67 euro toccati ieri) oggi i prezzi sembrano intenzionati a rifiatare. Ieri infatti è stato generato un segnale di breve periodo rialzista con una figura tecnica di inversione nota in letteratura come hammer.

In effetti oggi il titolo Tim ha iniziato la giornata con un impulso rialzista importante, stemperato però poco dopo a causa del contatto con la resistenza grafica a 0,70 euro. Nonostante il cambio di passo nella parte pomeridiana della seduta, la struttura della candela di inversione disegnata ieri non è però ancora invalidata. In questo caso sarebbe opportuno attendere la chiusura odierna per poter valutare ingressi sul titolo. Un close giornaliero sopra 0,70 euro sarebbe un catalizzatore positivo per valutare il long.

Strategie operative su Telecom Italia

Per costruire un’operazione long al recupero di quota 0,70 euro, si potrebbe collocare uno stop loss a 0,66 euro e posizionare punti di take profit a 0,7351 e 0,76 euro.

Se invece il supporto a difesa della struttura di lungo termine dovesse cedere si potrebbero valutare vendite allo scoperto in area 0,67-0,65 euro. I successivi supporti sono stimati in area 0,6265 euro e 0,60 euro.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.