Analisi Forex: leggero ribasso per Eur/Usd, la price action aspettando Jackson Hole

I prezzi del cambio Eur/Usd iniziano l’ottava con indecisione, senza troppi movimenti di rilievo. In vista del meeting di Jackson Hole di venerdì 24 e sabato 25 agosto gli operatori potrebbero privilegiare l’attesa

Analisi Forex: leggero ribasso per Eur/Usd, la price action aspettando Jackson Hole

Inizio di ottava all’insegna di un moderato ribasso per il cambio euro contro dollaro americano, le cui quotazioni al momento della scrittura continuano a veleggiare sopra i supporti di quota 1,14. Dopo il 15 agosto, giorno in cui i prezzi hanno reagito sul supporto dinamico a 1,1301 dollari, ottenuto tramite collegamento dei massimi del 24 agosto 2015 e 3 settembre 2016, il cambio è riuscito a rialzare la testa fino ad arrivare in zona 1,1445.

La strada per un recupero più esteso è però lunga: i corsi devono restare in primis sopra i minimi odierni per convalidare una seduta di pausa, per poi recuperare area 1,15010 che se superata potrebbe portare ad un’accelerazione rialzista. N

Nel caso in cui invece i prezzi tornassero sotto 1,13 si potrebbe assistere a un ulteriore declino fino a zona 1,1142. Ad esclusione di colpi di scena, in questa settimana è possibile non assistere a eclatanti movimenti dei prezzi visto il meeting di Jackson Hole del 24 e 25 agosto che potrebbe portare nella successiva ottava a importanti movimenti dei corsi.

Importante è quindi monitorare le quotazioni nel range di 1,1510 e 1,1310: un superamento del primo livello (specialmente con una chiusura sopra tale soglia) determinerebbe un’accelerazione rialzista mentre una chiusura al di sotto di area 1,1310 porterebbe ad una prosecuzione del declino che ha caratterizzato negli ultimi mesi l’andamento della moneta unica nei confronti del biglietto verde.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Si possono quindi considerare i livelli menzionati nel precedente paragrafo come soglie da poter sfruttare per un’operatività in breakout. Una chiusura giornaliera sopra 1,1510 potrebbe quindi privilegiare strategie di matrice rialzista con stop loss sotto 1,1394, obiettivo principale a 1,1626 e obiettivo finale a 1,1640.

Chiusure ribassiste sotto 1,1310 potrebbero viceversa essere utilizzate per privilegiare strategie short con stop loss sopra 1,14, obiettivo principale a 1,1220 e obiettivo finale a 1,12.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.