Analisi tecnica e Grafico: Euro Yen giapponese

Pubblicato il 14 settembre 2018

Analisi tecnica e grafico Euro Yen giapponese
Valori
Ultimo prezzo 130,77
Variazione 0,06%
Max (52 settimane) 137,5
Min (52 settimane) 124,62
Indicatori
MM200 131,12
RSI 14 61,04
MACD 0,180
Performance
1 settimana -1,94%
1 mese -3,57%
3 mesi -2,13%

Analisi Forex: EUR/JPY, le forze rialziste vogliono attivare il doppio minimo

I prezzi del cross Euro-Yen si mantengono al di sopra del livello statico chiave dopo rottura verificatasi con la candela di martedì scorso. Valutiamo le strategie operative

Il cross EUR/JPY, con la seduta di ieri, ha violato il livello dinamico discendente di lungo periodo che conta il massimo segnato il 2 febbraio a 137,50 e il massimo segnato a 131,99 il 17 luglio scorso. Con questo movimento impulsivo è stato rotto anche il massimo del segnale Pin Bar ribassista sul timeframe settimanale, mettendo in discussione la forza degli orsi nel breve periodo.

Con la violazione del massimo del pattern ribassista weekly, la situazione sul cross EUR/JPY appare quindi incerta, tuttavia il livello statico a quota 129,26 rimane, per il momento, una zona di interesse per le forze rialziste, come si può notare dal forte impulso rialzista partito proprio a ridosso di tale livello in concomitanza con la rottura del modello inside bar formato dalle candele dell’11 e del 12 settembre.

La presenza di questi elementi tecnici nelle vicinanze dei corsi suggeriscono di aspettare una chiara price action del cross, prima di implementare qualsiasi strategia operativa. Se i prezzi, dopo il recente impulso rialzista, dovessero tornare a ridosso dell’area statica, allora una rottura del minimo a quota 128,56 (minimo della candela Pin Bar settimanale) darebbe ancora spazio alle forze ribassiste per portare le quotazioni verso l’area statica a 125 (target finale). Un obiettivo intermedio potrebbe invece essere identificato a 126,65, minimo segnato il 19 giugno.

Un proseguimento del rialzo, invece, con una rottura del massimo segnato a 131,99 con la seduta del 17 luglio scorso, attiverebbe una figura grafica di inversione di più ampio respiro, il doppio minimo che si è sviluppato negli ultimi quattro mesi con i minimi in area 125 del 29 maggio e del 15 agosto. Questa figura grafica potrebbe portare le quotazioni in area 134,00 prima e 137,50 dopo, massimo dell’anno segnato con la candela del 2 febbraio scorso.

SCENARIO LONG

Long da 132,00 con stop loss fissato a 130,85, primo obiettivo a 134,00, obiettivo finale a 137,50 .

SCENARIO SHORT

Short da 128,56 con stop loss fissato a 129,84, primo obiettivo a 126,65, obiettivo finale a 125,00.

Iscriviti ora alla newsletter di Money.it

Scopri le ultime analisi e notizie dal mondo dell’economia, della finanza e del Forex.