Analisi tecnica DAX: scricchiola la struttura di lungo periodo

Sul mercato tedesco si sono abbattuti i provvedimenti presi dal Presidente Trump sui dazi e della Federal Reserve contro l’istituto Deutsche Bank

Analisi tecnica DAX: scricchiola la struttura di lungo periodo

L’ultima parte di maggio è stata contraddistinta da una brusca flessione dell’indice Dax. Le quotazioni hanno generato ripetuti segnali di incertezza che nei fatti hanno scalfito la tendenza intermedia dell’indice di riferimento del listino di Francoforte.

Sulla Germania e sul mercato tedesco in questa ultima settimana si sono abbattuti i provvedimenti presi dal Presidente Trump in tema di dazi (clicca qui per approfondire) e della Federal Reserve contro l’istituto Deutsche Bank (clicca qui per approfondire).


Grafico giornaliero dell’indice DAX; fonte: Bloomberg

A livello tecnico questa settimana è stato rotto il supporto dinamico espresso dalla trendline rialzista tracciata con i low crescenti del 26 marzo e 4 aprile 2018. La contestuale discesa dei prezzi sotto i 12.825 punti ha contribuito a certificare l’importanza del movimento. Questi segnali di incertezza si evincono anche dall’analisi del grafico settimanale, con l’indice Dax che se dovesse chiudere sotto i 12.820 punti andrebbe a favorire le posizioni in essere dei venditori.

Una situazione così incerta ha bisogno di rotture di livelli tecnici significativi per prendere una direzione più definita. A tal proposito una rottura di area 12.830 punti potrebbe far ripartire gli acquisti.

Tuttavia sul fronte opposto il fatto che l’attuale candela giornaliera si trovi ancora all’interno della precedente candela è segnale di debolezza che senza un veloce recupero del livello sopracitato potrebbe essere interpretato come prese di profitto in vista di ulteriori vendite.

Una conferma della debolezza si avrebbe invece alla rottura di 12.615 punti (corrispondente al 61,8% del ritracciamento di Fibonacci della giornata odierna) una rottura di questo livello potrebbe far entrare a mercato ulteriori venditori e portare quindi le quotazioni a 12.500 punti di indice.

Strategie operative sull’indice DAX

Operativamente quindi, si potrebbe operare in ottica lunga alla rottura a rialzo di 12.830 punti, con stop loss a 12.700 punti e obiettivo 12.785 punti in prima battuta e successivamente 12.820 punti.

Operazioni short alla rottura di 12.615 punti invece avrebbero uno stop loss ragionevole in area 12.650 punti e obiettivo principale e finale rispettivamente a 12.600 e 12.530 punti.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.