Amazon Echo, quale scegliere: come funziona e prezzi

La linea Amazon Echo è arrivata in Italia con quattro dispositivi diversi per funzioni e caratteristiche: quale conviene scegliere per affidarsi ad Alexa? Ecco la guida completa.

Amazon Echo, quale scegliere: come funziona e prezzi

Amazon Echo è da poco arrivato in Italia ma, in poco tempo, è già sulla bocca di tutti: il dispositivo pensato dal leader dell’e-commerce per la casa, e per la domotica, è entrato a gamba tesa nel mercato italiano (andando a scontrarsi con il suo diretto avversario, Google Home).

In America Amazon Echo ha spopolato, imponendosi accanto a quello sviluppato dalla grande G come uno dei migliori assistenti vocali disponibili. La sua funzione è semplice: aiutati dall’assistente vocale Alexa, è possibile eseguire diverse azioni usando solo ed esclusivamente la nostra voce, a cui il software è chiamato a rispondere. Anzi, chiamata.

Dalla nostra musica preferita alla sveglia, passando per le notizie principali e alla regolazioni delle luci in casa, Amazon Echo può rivelarsi un prezioso alleato della nostra vita domestica.

I dispositivi di Amazon si presentano in quattro diverse tipologie: decidere quale scegliere può non essere un’impresa semplice. Ecco una rapida guida sulle varie caratteristiche dei device Echo di Amazon, con le principali funzioni e i diversi prezzi.

Leggi anche Amazon Prime: come iscriversi, costi e vantaggi

Amazon Echo Dot

Lo speaker più economico della linea: Amazon Echo Dot può essere acquistato, a prezzo pieno, per la cifra di 59,99 euro. Il più piccino della famiglia, con un design per certi versi simile a Google Mini, Echo Dot si rivolge a chi cerca uno speaker intelligente che occupi anche poco spazio.

Un piccolo “ciottolo”, disponibili in varie colorazioni, che presenta nella sua parte superiore quattro tasti con cui è possibile gestire il volume, attivare o disattivare Alexa tramite l’accensione o lo spegnimento dei quattro microfoni integrati nell’apparecchio. Ricoperto esternamente da un tessuto disponibile in tre colorazioni (nero, grigio chiaro e grigio scuro) e dotato di tecnologia di connessione Wi-Fi, Bluetooth, e una buona riuscita audio (non ai livelli dei modelli di fascia superiore, ovviamente).

Il dispositivo in questione non è tanto rivolto all’ascolto, e quindi alle ottime prestazioni audio, ma è concentrato più su Alexa e sulle relative interazioni con l’utente: quest’ultimo dettaglio fa dell’Echo Dot il dispositivo ideale per i curiosi che vogliono provare un dispositivo di questo tipo per la prima volta, unito all’interesse per l’assistente vocale di Amazon, e non hanno la necessità di riscaldare a colpi di musica spazi molto grandi.

In definitiva, Echo Dot risulta un’ottima soluzione per chi ha una vita molto urbana, magari in un piccolo appartamentino, e non è dotato di un udito sensibile alla qualità del suono. Il prezzo d’accesso e le qualità di Echo Dot rappresentano un buon compromesso.

Amazon Echo

Il secondo dispositivo proposto è Amazon Echo, rappresentante in tutto e per tutto il dispositivo standard della linea. Un design a forma di cilindro, disponibile sempre nelle tre colorazioni precedenti (che può essere sostituito in qualsiasi momento) e dotato di un led luminoso blu circolare in grado di rilevare le funzioni in corso di Alexa.

Quattro pulsanti nella parte superiore come nel modello Echo Dot, due per il volume, uno per disattivare l’assistente vocale e l’altro per attivarlo senza la pronuncia di rito (che corrisponde ad “Alexa…” seguito da una richiesta).

La riproduzione audio, al contrario del fratello minore, sorprende in positivo: sonoro con tecnologia Dolby, ottimi bassi e suono chiaro per un device dalle dimensione estremamente contenute. Sempre rispetto a Echo Dot, risulta migliorata anche la portata vocale del dispositivo (grazie ai sette microfoni) in grado di comprendere il suono delle parole pronunciate anche da diverse distanze e in diverse condizioni di emissione.

Il dispositivo permette, attraverso anche l’app ufficiale, di abilitare una serie di funzioni denominate Skills: giochi, notizie, radio, ricette. Grazie alla connessione a internet e alla rilevazione della temperatura e del meteo esterno, Amazon Echo è in grado anche di consigliarvi su cosa indossare prima di uscire, rendendo lo speaker un vero e proprio maggiordomo personale (racchiuso in un cilindro elettronico).

</amazonbox

Amazon Echo Plus

Subito dopo la versione base, arriva Echo Plus, che a differenza del precedente può vantare una integrazione maggiore e più performatante con l’hub domotico Zigbee.

Amazon Echo Plus, dal punto di vista estetico, si presenta in modo molto simile al precedente modello, ma si differenzia per la maggiore potenza audio (con una qualità del suono ancora maggiore) e la maggiore integrazione con le funzioni domotiche. Echo Plus ci permette di controllare le luci, le prese e tutti gli altri dispositivi smart senza ricorrere all’uso di altri dispositivi ponte (come Philips Hue o altri).

Se siete già in possesso di un hub di questo tipo, la scelta migliore (e più economica) è sicuramente Amazon Echo: le funzioni sono più o meno le stesse, tolta ovviamenre la qualità audio. Se preferite darvi alla domotica attraverso un dispositivo più compatto, allora Amazon Echo Plus è il device che fa per voi. Il prezzo è indubbiamente alto: 169 euro.

</amazonbox

Amazon Echo Spot

Chiude la famiglia dei dispositivi Amazon l’Echo Spot, l’unico ad essere supportato da un piccolo display circolare (che rappresenta un unicum non indifferente per la linea di speaker intelligenti presenti sul mercato).

Con le sue dimensione di 104x97x91 mm e un peso complessivo di 420 grammi e un display circolare LCD da 2,5 pollici, racchiuso all’interno di un anello luminoso LED, Echo Spot rappresenta un piccolo gioiellino da esporre in casa.

Echo Spot è un dispositivo decisamente diverso rispetto agli altri disegnati da Amazon, con una forma semisferica e uno schermo touch in grado di includere molte delle funzioni contenute nei precedenti tasti fisici (che sono comunque presenti). Il device è disponibile nelle colorazioni bianca o nera, con quattro microfoni e una capacità di riconoscimento vocale simile al primo dispositivo visto in questo articolo, l’Echo Dot.

Il display di Echo Spot non si adatta sicuramente alla riproduzione di video in senso standard, ma permette di trasformare l’oggetto in una sveglia o in un piccolo termostato, oltre a permette la ricezione di videochiamate. Rispetto alla linea Standard, Echo Spot si caratterizza per un approccio decisamente differente, con una serie di funzioni in più e qualche limitazione: il suo display, unito alle funzioni di Alexa, permettono di avere in casa un attimo apparecchio comunicativo alla modica cifra di 129 euro.

</amazonbox

Ti potrebbe interessare Amazon Prime Video: come funziona, costi e cosa vedere

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Amazon

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.