Perché l’8 marzo è la Festa della Donna? Origine e significato

7 marzo 2021 - 07:00 |

L’8 marzo è la Giornata Internazionale della Donna, ma siete sicuri di conoscere origine e significa di questa festa e del perché si regala una mimosa alle donne? Le cose da sapere.

Perché l'8 marzo è la Festa della Donna? Origine e significato

La Festa della Donna, soprattutto negli ultimi anni, è diventata l’occasione per rilanciare le manifestazioni contro la violenza sulle donne e contro i femminicidi. Tradizionalmente è legata all’8 marzo, ma non tutti conoscono il vero significato e l’origine di questa data.

Perché proprio l’8 marzo si festeggia la donna e perché si regala la mimosa?

Se anche voi avete questi dubbi, ecco spiegata l’origine, il significato e la tradizione legati alla Festa della Donna, oltre al motivo per cui il simbolo è la mimosa.

Perché l’8 marzo è la Festa della Donna

La Giornata internazionale della donna - conosciuta ai più come Festa della Donna, si festeggia in molti Paesi del mondo l’8 marzo di ogni anno.

L’episodio che spesso si racconta per spiegare l’origine e il motivo per cui la Festa della Donna si festeggia l’8 marzo è legato a un tragico evento accaduto a New York. L’8 marzo 1911 un incendio improvviso divampato in una fabbrica di camicie causò la morte di 134 operaie intrappolate tra le sbarre. Su questo racconto, però, ci sono numerose incertezze in merito alla data, al numero delle vittime e persino alla veridicità di quanto accaduto.

La vera origine della Festa della Donna, invece, è legata al Partito socialista americano, che nel 1911 propose di celebrare una giornata interamente dedicata al ruolo e all’importanza della donna nella società.

L’anno successivo venne rilanciata l’idea anche dall’attivista Clara Zetkin, che propose di fissare una data per celebrare questa festa.

Inizialmente, comunque, non venne trovato un accordo sulla data nella quale celebrare la figura della donna e diversi Stati agirono in modo autonomo: negli Stati Uniti, per esempio, venne mantenuta l’ultima domenica di febbraio, mentre in altri Stati la festa della donna venne celebrata in occasione di altri importanti eventi storici tra il 18 e il 19 marzo 1911.

La prima Festa della Donna a essere celebrata il giorno dell’8 marzo fu quella del 1914, forse perché quell’anno era una domenica.

Tuttavia, soltanto nel 1921, durante la Seconda conferenza delle donne comuniste, si stabilì l’8 marzo come data unica nella quale festeggiare la figura femminile. La data rimanda alla manifestazione contro lo zar a San Pietroburgo avvenuta nel 1917, alla quale presero parte diverse donne.

Infine, nel 1977, l’ONU ha riconosciuto l’8 marzo come Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale.

Perché si regala la mimosa

Il legame tra la Festa della Donna e la tradizione di regalare la mimosa esiste soltanto in Italia, mentre il fiore è diffuso in diverse zone del mondo.

La mimosa è una pianta di origine australiana, importata in Europa all’inizio del XIX secolo. Solitamente si regala alle donne in occasione dell’8 marzo, in quanto il significato che gli Indiani d’America davano a questo fiore era legato alla femminilità e alla forza.

La mimosa, infatti, è un fiore che cresce spontaneamente in molte parti d’Italia, è economico e si può appuntare facilmente alla camicetta o alla giacca.

Nel 1946, l’Unione Donne Italiane (U.D.I.) ha scelto la mimosa come fiore che simboleggia la Festa della Donna.

Argomenti:

Festività Donne

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories