730 precompilato 2022 disponibile da oggi: istruzioni, scadenze e novità

Caterina Gastaldi

23/05/2022

24/05/2022 - 09:52

condividi

Da lunedì 23 maggio è disponibile il modello precompilato del 730: ecco le novità e tutte le informazioni utili per compilarlo.

730 precompilato 2022 disponibile da oggi: istruzioni, scadenze e novità

La proroga delle cessioni dei bonus edilizi ha fatto sì che quest’anno il modello 730 precompilato messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate diventasse disponibile più tardi che mai: lunedì 23 maggio.

Il modello della dichiarazione dei redditi pensato per dipendenti e pensionati è stato ideato per facilitare l’operazione di invio ed è parte della politica di semplificazione fiscale, quest’anno porta con sé alcune novità. Ecco cosa c’è da sapere e quali sono le date da ricordare per il 2022.

730 precompilato 2022: come accedere

A partire da oggi, lunedì 23 maggio, è possibile accedere e visualizzare il nuovo modello del 730 messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate sul portale apposito.

Ed è proprio attraverso il portale dell’Agenzia che si può visualizzare, controllare, e stampare il modello. Per poterlo fare è necessario prima di tutte essere in possesso di un’identità digitale per poter accedere alla propria area riservata. Si può utilizzare una di queste tre opzioni: il proprio Spid, la carta di identità elettronica (Cie), oppure il Cns.

Una volta eseguito l’accesso si verrà reindirizzati nella propria area personale da cui si potrà raggiungere la propria dichiarazione attraverso il banner “la tua dichiarazione precompilata”. A questo punto si accede alla pagina denominata “Dichiarazione precompilata”, potendo quindi raggiungere il modello 730 precompilato o i modelli Pf precompilati.

La dichiarazione precompilata 2022 - Guida Agenzia delle Entrate
Clicca qui per scaricare il file!

Aprendo i documenti che interessano si potrà iniziare a fare un controllo dei dati per scegliere se e cosa andare a modificare una volta che sarà possibile, oltre anche ad avere la possibilità di scaricare il modello in formato pdf così da consegnarlo a terzi e consulenti.

Quali sono le scadenze principali per il 2022

Le date da ricordare riguardanti il modello 730 precompilato del 2022 sono le seguenti:

  • 23 maggio 2022: si può accedere al 730 e visualizzarlo, ma non andare a modificare o accettare la dichiarazione;
  • 31 maggio 2022: da questa data si può anche andare a modificare il modello proposto, integrare dati mancanti, oppure accettarlo e inviarlo;
  • 6 giugno: da questa data è possibile inviare il modello Redditi correttivo per correggere o sostituire il modello;
  • 20 giugno: è la data ultima entro cui poter fare l’annullamento del 730 inviato, si tratta però di un’operazione possibile una sola volta;
  • 30 settembre 2022: è il termine ultimo per la trasmissione della propria dichiarazione dei redditi per via telematica;
  • 30 novembre 2022: è la data finale entro cui presentare il modello Redditi precompilato e per inviare il modello Redditi correttivo del 730;
  • 29 febbraio 2023: si tratta dell’ultimo giorno in cui è possibile presentare il Redditi precompilato «tardivo» (entro 90 giorni dalla scadenza) e per scaricare il modello Redditi Pf On line 2022.
    Modello redditi persone fisiche 2022
    Clicca qui per scaricare il file!

Invio del 730 tramite familiare o persona di fiducia: ecco cos’è

La più grande novità riguardante il modello 730 per quest’anno è la possibilità di affidare la sua compilazione, correzione, e invio a un parente fino al quarto grado oppure a una persona di fiducia.

Questo tipo di semplificazione è stata ideata soprattutto per tutori e i curatori speciali, gli amministratori di sostegno e i genitori di figli minorenni, ma può essere utilizzata da chiunque voglia richiedere aiuto a un parente o un’altra persona di fiducia.

A poter venire delegati sono i parenti entro il quarto grado, come figli o genitori per esempio, ma anche coniugi, parenti affini, o persone di fiducia. Ogni contribuente può delegare una sola persona, mentre la persona in questione può ricevere un massimo di tre deleghe. Il documento ha validità fino al 31 dicembre dell’anno in cui è stato emesso, quindi del 2023.

Per poter fare la delega è necessario utilizzare un apposito modulo messo a disposizione dall’Agenzia che può essere inviato dal delegante attraverso il servizio “Consegna documenti e istanze” del portale, oppure via Pec da una direzione provinciale delle Entrate.

Precompilata: le novità per gli eredi

Un’altra novità riguardante il modello 730 è relativa a chi si trova a dover fare la dichiarazione dei redditi per un defunto.

Gli eredi infatti possono, da quest’anno, richiedere l’abilitazione necessaria per accedere alla dichiarazione del familiare anche in modalità digitale, quindi direttamente online senza doversi per forza recare fisicamente in un ufficio.

Il controllo del credito Irpef

Oltre a semplificare l’organizzazione, è anche importante ricordare che nel momento in cui si va a compilare e controllare il modello online si potrà anche andare a controllare il credito Irpef a propria disposizione, semplicemente utilizzando la funzione “calcola” nella sezione dedicata al controllo della precompilata. La modalità infatti è questa:

  • accedere alla propria area personale e raggiungere la sezione “visualizza il tuo 730 precompilato”;
  • da sotto la finestra “esito del calcolo del 730 precompilato” cliccare su “calcola”;
  • visualizzare l’importo del credito Irpef o debito Irpef, a seguito del calcolo effettuato online.

Come modificare la precompilata del 2022

L’utilizzo del 730 precompilato è in continua crescita e per aiutare i suoi utilizzatori l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione una guida con all’interno le informazioni fondamentali.

Riguardo alle modifiche: non sono tutte uguali. Infatti la precompilata è considerata accettata non solo quando viene trasmessa senza modifiche, ma anche nel caso in cui le modifiche effettuate non incidono sulla determinazione del reddito complessivo o dell’imposta.

Le modifiche si possono fare a partire dal 31 maggio, sempre attraverso il portale, direttamente oppure scegliendo di affidarsi a un professionista o un Caf. Se si scegliesse di presentare il modello 730 attraverso terzi (sostituto d’imposta, Caf, professionista abilitato), dovrà anche consegnare:

  • la delega per l’accesso al modello 730;
  • la scheda per la scelta dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef.

Iscriviti a Money.it