Deficit pubblico

Parliamo di deficit pubblico, molto semplicemente, quando le uscite di un Paese superano le entrare. In questi casi vuol dire che lo Stato spende più di quanto poi riesce a incassare, andando quindi ad influire sulla situazione del debito pubblico.

Il deficit statale può anche essere voluto dal governo, che decide di puntare sulla crescita economica e sul maggiore potere di acquisto per i cittadini. Diversamente le manovre restrittive servono a ridurre la spesa dello Stato e a provare ad arrivare al pareggio di bilancio.

Con questa seconda modalità di operare si riuscirà a non pesare sul debito pubblico ed avere un disavanzo che potrà essere impiegato per delle politiche regolative di deflazione.

Deficit pubblico, ultimi articoli su Money.it

Come si può ripagare il debito pubblico? Semplice, emettendo nuovo debito!

Michele Ciccone

26 Ottobre 2013 - 12:46

Come si può ripagare il debito pubblico? Semplice, emettendo nuovo debito!

Il debito pubblico italiano è arrivato a 2.076 miliardi, toccando quota 133,3% del Pil. Si discute di come poter ripagare questo debito, evitando di ridurre le spese e di aumentare la pressione fiscale. La vendita del patrimonio pubblico è la soluzione più accreditata. Forse, però, non è la strada giusta da seguire.