Zona arancione

La zona arancione è stata istituita il 6 novembre 2020 dal quarto DPCM della seconda ondata del coronavirus - firmato il 03/11/2020 - e indica la fascia di rischio intermedia tra la gialla e la rossa.

Nelle Regioni che fanno parte della zona arancione sono consentiti gli spostamenti senza motivazione all’interno del comune di residenza/domicilio. Tutti gli spostamenti verso altri comuni o Regioni, invece, devono essere giustificati tramite autocertificazione e possono avvenire soltanto per motivi di salute, necessità e comprovate esigenze lavorative.

Sempre ammesso il rientro presso il luogo di residenza, domicilio e abitazione.

Le regole della zona arancione sono elencate nelle FAQ del Governo, che vengono aggiornate periodicamente in seguito all’emanazione dei nuovi DPCM e decreti-legge con le misure anti-Covid.

Nella fascia di rischio intermedia negozi di abbigliamento e al dettaglio sono aperti, mentre i centri commerciali chiudono nei weekend; ristoranti, bar, pasticcerie e gelaterie sono chiusi al pubblico ma consentono l’asporto di cibo fino alle 22.00 e di bevande fino alle 18.00 e la consegna a domicilio senza limitazioni orarie.

All’interno del comune si può fare sport, passeggiare e andare a trovare a casa amici, parenti e congiunti una sola volta al giorno e nel limite di due persone, al netto di figli minori di 14 anni e persone non autosufficienti e disabili.

Zona arancione, ultimi articoli su Money.it

Zona rossa e arancione scuro: differenze e regole

Isabella Policarpio

5 Marzo 2021 - 10:13

Zona rossa e arancione scuro: differenze e regole

Spostamenti, visite ad amici e parenti, negozi aperti e sport: vediamo le regole della zona rossa e arancione scuro, le differenze, cosa si può fare e cosa è vietato.

Testo nuovo Dpcm Draghi: cosa prevede? Le regole dal 6 marzo

Fiammetta Rubini

3 Marzo 2021 - 09:16

Testo nuovo Dpcm Draghi: cosa prevede? Le regole dal 6 marzo

Firmato il nuovo Dpcm con le misure anti-Covid in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Stop agli spostamenti tra regioni, scuole chiuse in zona rossa, ok all’asporto dopo le 18, riaprono cinema e teatri e i musei nel fine settimana. Tutte le novità nel testo.

Covid, il dramma della Lombardia: contagi record, a Chiari chiude chirurgia

Alessandro Cipolla

26 Febbraio 2021 - 11:16

Covid, il dramma della Lombardia: contagi record, a Chiari chiude chirurgia

Torna l’incubo Covid in Lombardia che da lunedì potrebbe diventare arancione: nella sola giornata di ieri c’è stato il picco di 4.243 nuovi casi registrati, mentre nel bresciano è stato necessario utilizzare le sale operatorie per le terapie intensive vista la mancanza di posti.