Spread

Con il termine spread nel linguaggio finanziario si indica la differenza che vi è tra domanda e offerta.
Lo spread può essere definito anche come la differenza tra bid e ask.

Negli ultimi anni con il termine spread si indica spesso il differenziale tra i tassi d’interesse che pagano dei titoli di debito italiani e gli omologhi tedeschi con pari durata.

La Germania è considerata dagli operatori il Paese più affidabile dell’Eurozona, nel ripagare i sottoscrittori delle sue emissioni obbligazionarie. Lo spread è dunque un utile indicatore per capire qual è il grado di fiducia degli investitori sulla rischiosità di un’emittente di debito.

Quando si parla di spread ci si riferisce alle differenze di rendimento sul mercato secondario, cioè sui segmenti Mot e Mts di Borsa Italiana. Sul secondario è attiva anche la Bce, prima con l’Smp (Securities markets program) e il nuovo Omt.

Spread, ultimi articoli su Money.it

Banche sotto pressione in Eurozona: rischio o opportunità?

Ufficio Studi Money.it

5 Novembre 2018 - 08:00

Banche sotto pressione in Eurozona: rischio o opportunità?

Le recenti sferzate di volatilità hanno eroso le quotazioni delle banche europee in Borsa, aumentandone al contempo la contendibilità. Questo potrebbe essere un potenziale catalizzatore d’interesse per il prossimo futuro

Analisi BTP Future: la ripresa sembra temporanea

Ufficio Studi Money.it

2 Novembre 2018 - 16:07

Analisi BTP Future: la ripresa sembra temporanea

Il recente rimbalzo del BTP Future non deve illudere le aspettative dei compratori: sul grafico settimanale non sono state costruite barre che configurino una vera e propria presenza del fronte rialzista