Vacanze in Europa: le mete più interessanti

6 Agosto 2022 - 08:25

condividi

Dalla città al mare, abbiamo selezionato per voi cinque luoghi da scoprire. E non solo d’estate

Vacanze in Europa: le mete più interessanti

Chi opera nel mondo del turismo non ha dubbi: al primo posto dei luoghi top europei per l’estate c’è Creta.

Il perché valga la pena viaggiare verso l’isola greca si comprende in poche parole: facilmente raggiungibile dall’Italia (voli diretti da Torino, Roma, Milano, Venezia, Bologna, Verona, Catania, Palermo, Pisa, Bari, Napoli), mare turchese, spiagge con sabbia e ciottoli di pietra liscia, siti storici e archeologici da visitare.

E ancora: possibilità di escursioni in dune-buggy tra le dune, mini-crociere tra le baie dell’isola e pure un tour tra i vigneti e gli uliveti.

Non solo spiaggia e relax, quindi, anche se il “core business” della vacanza è senz’altro questo, con una temperatura sempre gradevole e scarse precipitazioni nei mesi estivi.

In tema di mare, Spagna e Portogallo sono sempre tra le preferite, ma è proprio dal paese lusitano che arriva una sorpresa: non c’è solo l’Algarve tra le mete da scoprire, ma piuttosto la vera novità è l’Alentejo, la regione che si trova oltre il Tago e, andando verso sud, copre l’area che da Lisbona arriva proprio all’Algarve.

Qual è il fattore di questa zona? Le spiagge, bellissime e meno affollate rispetto a quelle più conosciute di Faro e Tavira.

Spiagge stupende, ma anche piccoli paesi arrampicati sulla roccia e dai colori bianchi e azzurri dalla tipica architettura araba, con vista sull’Oceano, e poi castelli sulle colline, vigneti, uliveti e campi di girasole.

Una regione da scoprire e che, ritagliata tra mare e Spagna, regala più punti di osservazione ed esperienze da affrontare, dalle pianure e gli acquitrini a nord, al sole cocente del sud, per arrivare ad est a una terra arida che ricorda l’Estremadura e l’Andalusia spagnole.

Magica Islanda

Non è il mare la principale attrazione dell’Islanda, ma l’isola nord-europea ha ripreso (dopo il periodo di stop a causa della pandemia) a essere una delle mete preferite degli italiani.

Un tuffo nella natura unico, paesaggi lunari e immense distese verdi con una vegetazione bassa e fitta, cascate che spuntano all’improvviso lungo il percorso, ghiacciai, piscine termali, geyser.

La capitale Reykjavík è una città effervescente e piena di locali, ma destinata a essere una tappa da un paio di giorni nella visita di un’isola da gustare in almeno una settimana. In auto, in camper, in bicicletta.

L’itinerario tipico è la statale 1, per girare in senso orario o antiorario l’intero Paese. Consigliate alcune uscite dalla “1” per visitare i fiordi o affrontare la zona centrale e più tortuosa (spesso utilizzando fuoristrada).

Da non perdere Studlagil, a est dell’isola, un canyon tra rocce di basalto, ora più facilmente raggiungibile dopo la creazione di un parcheggio a soli duecento metri dalla nuova piattaforma panoramica.

In giro per le capitali

Tra le capitali, escludendo le sempre gettonatissime Londra e Parigi, sta scalando posizioni nella classifica delle mete più ambite quella della Slovenia, Lubiana.

La ricetta del successo della “Città dei Draghi” è in quattro ingredienti: cultura, arte, intrattenimento, grandi aree verdi (a partire dal Parco Tivoli, il più grande della città).

Poco meno di trecentomila abitanti, mai troppo affollata, Lubiana si sviluppa lungo le sponde del fiume Ljubljanica, dove si trovano numerosi caffè all’aperto, e si divide in una parte vecchia ricca di cultura e in una zona più commerciale.

L’auto, dall’Italia, resta il mezzo più comodo per arrivare nella capitale slovena, ma è attivo anche un servizio di bus da Trieste. L’aeroporto è a meno di trenta chilometri dal centro, ma non è collegato in modo diretto con l’Italia, se non in determinati periodi dell’anno.

È comunque una città da scoprire e soprattutto a piedi, passeggiando per il centro e arrivando fino al castello che la domina, e godendo la forte impronta ecologista che la caratterizza, avendo pedonalizzato il centro cittadino sin dal 2016.

Da visitare Da visitare Il castello di Lubiana è uno dei luoghi più suggestivi della città slovena

Suggestiva Bretagna

Un tocco di Francia, per chiudere, con la quinta meta da scoprire: andiamo in Bretagna, a Saint-Malo.

Nel nord del Paese, con temperature miti anche in estate e poco distante dalla gettonata Mont Saint-Michel, Saint-Malo ha una stupenda cittadella fortificata e c’è da perdersi fra i due chilometri di bastioni e lo sguardo sull’orizzonte del mare, che rievoca una storia ricca di vascelli e di pirati.

Poco meno di cinquantamila abitanti, il centro costruito su un’isola collegata alla costa e fondato nel dodicesimo secolo, è stata la città dei corsari che, racconta la storia, lavoravano ufficialmente per il re francese (poiché in possesso di un documento ufficiale che legalizzava la loro attività per combattere contro i nemici), rispettando scrupolosamente le regole di ingaggio della guerra per non essere considerati “pirati”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it