Soldi o portafogli trovati per strada: cosa fare e diritto alla ricompensa

Simone Micocci

19 Aprile 2018 - 10:41

condividi

Chi camminando per strada trova dei soldi incustoditi ha il dovere di restituirli al proprietario o di consegnarli al Comune. Chi non rispetta le regole rischia fino ad 8.000€ di multa.

Soldi o portafogli trovati per strada: cosa fare e diritto alla ricompensa

Chi trova un portafoglio per strada e non lo restituisce compie una violazione del Codice Civile. D’altra parte chi lo ha smarrito ha il dovere di corrispondere una ricompensa a chi lo ha ritrovato.

Anche in caso di ritrovamento di soldi per strada si sono delle regole ben precise da rispettare: ad esempio non è possibile intascarli senza aver prima provato ad individuare il legittimo proprietario.

Chi non rispetta queste regole compie un illecito civile punito con una sanzione pecuniaria. Ecco perché è molto importante sapere come comportarsi in caso di un ritrovamento di un portafoglio o di soldi incustoditi; in caso contrario la vostra “fortuna” potrebbe rivelarsi la vostra “sfortuna”.

Cosa fare quando si trovano dei soldi per strada

Se camminando per strada vi imbattete in un portafoglio smarrito avete il dovere di restituirlo immediatamente al legittimo proprietario. D’altronde identificarlo è molto semplice; basta controllare i documenti che si trovano all’interno.

È l’articolo 927 del Codice Civile a stabilirlo, il quale si applica non solo per il portafoglio ma per qualsiasi oggetto - come ad esempio un cellulare - trovato per strada. In questa disposizione si legge infatti che chiunque trovi una cosa mobile debba restituirla al proprietario.

Cosa fare invece quando non sia possibile identificare il proprietario dell’oggetto smarrito? Pensiamo ad esempio a chi camminando per strada trova dei soldi per terra; in tal caso non è possibile identificare lo sfortunato che li ha smarriti, tuttavia secondo la legge non è comunque possibile intascarli.

Lo stesso articolo 927 del Codice Civile, infatti, stabilisce che se non si conosce il proprietario la cosa mobile va consegnata - “senza ritardo” al Comune dove ha avuto luogo il ritrovamento.

Cosa succede se non si trova il proprietario

Quando si trovano dei soldi per terra senza sapere chi è che li ha smarriti bisogna rivolgersi immediatamente al Comune dove ha avuto luogo il ritrovamento. Nel dettaglio bisogna andare nell’ufficio oggetti smarriti dello stesso consegnando la somma e descrivendo le circostanze in cui ha avuto luogo il ritrovamento.

A questo punto spetterà all’ufficio comunale pubblicare quanto avvenuto nell’albo pretorio per due domeniche successive, con l’avviso che dovrà essere affisso per almeno tre giorni consecutivi.

Il legittimo proprietario ha tempo un anno per per rivendicare il denaro smarrito e per provarne la proprietà. Scaduto questo termine senza che nessuno abbia titolo o fondamento per pretendere la somma in questione i soldi smarriti diventano di proprietà di chi li ha ritrovati.

Quindi se trovate dei soldi e non volete commettere un illecito dovrete come prima cosa denunciarli al Comune di appartenenza; se siete stati veramente fortunati allora questi saranno vostri di diritto dopo un anno, altrimenti dovrete accontentarvi di una piccola ricompensa.

Cosa succede se si trova il proprietario

Mettiamo il caso che entro un anno il Comune sia riuscito ad individuare il legittimo proprietario della somma scomparsa; quanto spetta a colui che l’ha ritrovata e onestamente denunciata?

A differenza di quanto credono in molti la ricompensa non è facoltativa. L’articolo 930 del Codice Civile, infatti, stabilisce che - su richiesta del ritrovatore - il proprietario dei soldi o del portafoglio smarrito ha il dovere di corrispondere un premio. L’importo della ricompensa va così calcolato:

  • 1/10 (10%) della somma ritrovata se inferiore a 5,16€;
  • 1/20 (5%) della somma ritrovata se superiore.

Ad esempio se trovate 100€ per strada avrete diritto a 5€ di ricompensa; un piccolo riconoscimento per essere stati degli onesti cittadini.

Cosa rischia chi non restituisce un oggetto smarrito?

Fino a qualche anno fa chi trovava un oggetto smarrito per strada e non lo restituiva al legittimo proprietario commetteva reato. L’articolo 647 del Codice Penale, infatti, stabiliva che chiunque si appropri illegittimamente di portafogli, soldi e oggetti smarriti debba essere punito con una multa da 30 a 309€, rischiando il carcere fino ad 1 anno.

Questa fattispecie però è stata depenalizzata dal decreto 7/2016 il quale ha abrogato l’articolo 647 del Codice Penale stabilendo che chi non restituisce un oggetto smarrito compie solamente un illecito civile.

In tal caso è prevista quindi una sola sanzione pecuniaria di importo variabile dai 100€ agli 8.000€.

Potrebbe interessarti anche- Denuncia smarrimento o furto: come farla, modalità online e tempistiche.

Argomenti

# Soldi

Iscriviti a Money.it