Reddito di cittadinanza: 600.000 domande a marzo

In 600mila si sono recati ai Caf per il reddito di cittadinanza nel mese di marzo: alle 500mila richieste si aggiungono oltre 100.000 appuntamenti. I dettagli

Reddito di cittadinanza: 600.000 domande a marzo

Tra richieste e appuntamenti, sono 600.000 gli italiani che si sono recati ai Caf per il reddito di cittadinanza nel mese di marzo.

Alle 500mila istanze ufficialmente presentate, infatti, si aggiungono più di 100mila appuntamenti già fissati. A diffondere i dati gli stessi Centri di assistenza fiscale, che hanno provveduto anche a dare un’identità ai cittadini richiedenti, italiani al 91% e stranieri per il 9%.

Prevalgono le donne (53%) e la fascia d’età che va dai 30 ai 67 anni (75%), con solo l’8% di under 30, che crescono di precentuale però al Sud, dove costituiscono l’11% dei richiedenti della nuova misura, introdotta dalla legge di bilancio 2019.

Al centro del Paese cresce invece il numero di anziani che ne hanno fatto richiesta, pari al 23%, così come quello relativo agli stranieri, al 18% contro l’appena 9% della media nazionale.

La regione che ha fatto registrare il maggior numero di domande è la Campania, con 120.000 istanze in un mese. A questa si associa l’altro record del comune di Napoli con 68.170 richieste. Nel complesso, la Campania corrisponde al 20% delle domande fatte nell’intero Belpaese.

Reddito di cittadinanza: 600.000 domande a marzo

Divisi tra 500.000 istanze e 100.000 appuntamenti, sono 600.000 gli italiani che hanno fatto il loro primo passo verso la futura percezione del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia della campagna elettorale e delle politiche sul fronte economico del Movimento 5 Stelle.

Le pratiche vengono gestite dai Caf, che entro il 15 aprile devono poi inoltrare le richieste all’Inps, incaricato di verificare gli effettivi requisiti da parte dei richiedenti.

Quest’ultimo infatti svolgerà i dovuti controlli tra il 15 e il 25 aprile, per poi esprimere il proprio assenso o il proprio diniego ufficiali all’erogazione della misura di sostegno dal 26 aprile al 3 maggio.

Sempre tra queste date, inoltre, potrebbero essere contattati i richiedenti per fornire ulteriori documentazioni utili a certificare l’effettiva liceità della domanda.

In presenza dell’ok dall’Inps arriva, tramite sms o email, la convocazione del richiedente alle Poste per ricevere la Card Rdc, ovvero la carta acquisti realizzata da Poste Italiane e appartenente al circuito MasterCard.

Su questa verrà versata la prima mensilità, relativa ad aprile, entro gli inizi di maggio. Permetterà l’acquisto di beni di prima necessità e limiterà i prelievi di contante effettuabili in un mese in base al tipo di nucleo familiare, a partire da un minimo di 100 euro al mese per un singolo e da qui a salire all’estendersi dei componenti.

A maggio poi spetta al beneficiario del reddito presentare al Centro dell’Impiego o al Patronato una Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did), ad eccezione di studenti o pensionati.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.