Politiche monetarie, commerciali e fiscali cruciali per battere l’incertezza

Per Silvia Dall’Angelo, Senior Economist di Hermes Investment Management, l’incertezza che accompagnerà lo scenario economico futuro dovrà essere combattuto con un mix di politiche monetarie, fiscali e commerciali

Politiche monetarie, commerciali e fiscali cruciali per battere l'incertezza

Tra il 2017 e il 2019, si è assistito ad un rallentamento dell’economia globale, che ha visto il suo tasso di crescita scendere dal 4 al 3% circa. Nel 2018 inoltre, si è assistito ad una sovraperformance degli Stati Uniti rispetto al resto del mondo. Nel 2019, questa divergenza “generale” è diventata settoriale: per Silvia Dall’Angelo, Senior Economist di Hermes Investment Management la differenza tra imprese e consumatori probabilmente non sarà più sostenibile.

Questo perché, se da un lato le società guidano le loro decisioni di investimento sulla base delle incertezze (in special modo per quanto concerne la trade war), dall’altro i consumatori vengono sostenuti da un solido mercato del lavoro. “Il mercato del lavoro sarà fondamentale, in quanto potrebbe agire da strumento di propagazione delle tensioni dal mondo delle imprese a quello dei consumatori”.

Il mix di tre politiche sarà fondamentale

Secondo l’esperta, per contrastare l’incertezza delle prospettive per il futuro saranno determinate dall’evoluzione di politiche monetarie, commerciali e fiscali.

Per quanto concerne le banche centrali, queste hanno agito in modo corale durante il 2019 (con 38 tagli cumulativi a livello mondiale, secondo i dati dell’International Settlements). Sono sorti però diversi timori relativi all’effettiva efficacia delle politiche monetarie.

Questo perché servono 18 mesi per vedere trasmettere all’economia reale gli effetti di una politica monetaria accomodante.

Oltre a ciò, vi sono dubbi relativi all’efficacia delle azioni degli istituti centrali a fronte di una forte incertezza e problematiche strutturali. “È improbabile che la politica monetaria abbia abbastanza spazio per controbilanciare gli effetti di una vera e propria guerra commerciale, se si dovesse verificare, senza una politica fiscale espansiva”.

Per la Senior Economist di Hermes Investment Management, si rende necessario un ruolo più attivo per la politica fiscale. Anche se lo stimolo fiscale è in dirittura d’arrivo, è improbabile attendersi un “bazooka fiscale”, perlomeno nel breve periodo. “Maggiore chiarezza potrebbe discendere dalle prossime presidenziali americane”, chiosa l’esperta.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Argomenti:

Politica monetaria

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.