Halloween: è giusto festeggiare in Italia?

Halloween si avvicina, ma non tutti gli italiani festeggeranno la tipica festività americana che genera in Italia un giro d’affari da 300 milioni di euro. Per capire se per la gente è giusto festeggiare Halloween in Italia, ecco le risposte raccolte da Money.it davanti alla stazione centrale di Milano.

Il 31 ottobre si avvicina e la festa di Halloween è pronta a prendersi la scena di tutto il mondo. Tra dolcetto e scherzetto, travestimenti macabri e film horror, tutti gli italiani, sia grandi che piccini, si preparano alla cosiddetta “notte delle streghe”.

Anche se tradizionalmente Halloween è una festa americana, ormai dagli anni novanta ha preso sempre più campo in Italia, anticipando di conseguenza la tradizionale festività italiana che ricorre il 1° novembre, ossia Ognissanti.

E proprio non essendo una festa tradizionale del Bel Paese, molti italiani ancora si chiedono se sia giusto festeggiare Halloween in Italia. Una domanda, questa, che Money.it ha posto ad alcuni passanti che si trovavano nei dintorni della Stazione Centrale di Milano.

Le interviste integrali sono disponibili sul canale YouTube di Money.it.

Festeggiare Halloween? Gli italiani sono divisi

Da quanto raccolto dalla nostra redazione sul fatto se sia giusto o meno festeggiare Halloween in Italia, tra gli intervistati emerge una netta divisione per diversi motivi.

Se infatti da una parte c’è chi difende la tradizione italiana, “che non ha mai previsto di festeggiare Halloween, visto che non è una ricorrenza che appartiene al nostro Paese”, dall’altra invece c’è chi difende i festeggiamenti, considerando Halloween “un modo semplicemente di fare festa e divertirsi”.

Ma non è tutto. In molti hanno anche sottolineato un motivo ben preciso che farebbe cadere l’ago della bilancia verso la propensioni a festeggiare Halloween in Italia, ossia il ritorno economico che la festa nata dalla storia del fabbro irlandese Jack O’Lantern traina con sé.

Con Halloween in Italia un giro d’affari da 300 milioni di euro

E proprio quest’ultimo aspetto, ossia quello del ritorno economico generato dalla festa di Halloween, risulta essere un fattore interessante da analizzare. Secondo il Codacons infatti i 10 milioni di italiani stimati che si preparano ai festeggiamenti di Halloween permetteranno alla festa delle zucche di produrre un giro d’affari da 300 milioni di euro.

In sintesi ogni italiano per allestire casa, comprare vestiti, gadget o maschere varie spenderà in media 30 euro. Un altro dato su cui soffermarsi riguarda chi contribuirà in maniera maggiore a produrre questo milionario giro d’affari.

Secondo Codacons, il 70% dei 300 milioni di euro di spesa complessiva che Halloween porterà con sé in Italia sarà determinato principalmente dai bambini e dai ragazzi al di sotto dei 30 anni.

Il giro d’affari dell’“Halloween italiano” sarà così distribuito:

  • 150 milioni di euro: per feste, eventi nei locali, discoteche e ristoranti;
  • 90 milioni di euro: per maschere e travestimenti;
  • 45 milioni di euro: per gadget vari;
  • 15 milioni di euro: per le zucche in qualsiasi variante.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Festività

Condividi questo post:

Halloween: è giusto festeggiare in Italia?

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories