Come diventare trader: guadagni e studi per diventare un investitore di professione

Come si diventa trader finanziario? Qual è il percorso di studi migliore? Vediamo insieme qual è la migliore strada per diventare un trader professionista e guadagnare con i mercati azionari.

Come diventare trader: guadagni e studi per diventare un investitore di professione

Diventare trader non è difficile come si pensa, dal momento che per investire su un mercato finanziario è sufficiente avere un conto su broker operate online.
Chiunque quindi può diventare trader, ma non tutti possono guadagnare con il trading online.

Essere un buon trader è infatti un’impresa non da tutti e soprattutto non semplice. Difatti riuscire a operare sul mercato del Forex o su quello azionario ottenendo dei guadagni è una pratica piuttosto complessa.

Lo scopo di diventare un trader è ovviamente quello di trasformarlo in un lavoro e riuscire così a guadagnare ingenti somme di denaro. Per riuscire ad ottenere dei buoni risultati da questo punto di vista si deve però essere esperti della materia e avere una buona strategia.

Esistono però diversi trader, tra cui quelli amatoriali, che investono i propri soldi per riuscire ad avere un guadagno maggiore a fine mese. Questa tipologia di trading può essere svolta da tutti, dal momento che i soldi vengono dalle proprie tasche.

Il pericolo nel mestiere del trader è infatti quello di perdere i propri soldi, che per mosse sbagliate vengono usati per asset sbagliati e non si investono secondo le regole.
Il trading online permette a tutti di investire i propri soldi, senza richieste specifiche sulla preparazione.

Questa componente nel mestiere del trader è quindi molto pericolosa, dal momento che, investendo soldi propri, si rischia di non avere più i risparmi di una vita.
Vediamo di seguito come si diventa trader, quanto si guadagna e qual è il percorso di studi idoneo a questa professione.

Come diventare trader finanziario: percorso di studi

Per diventare dei trader professionisti ovviamente si devono effettuare degli studi specifici e soprattutto si deve avere un buon senso degli affari. Come abbiamo visto in precedenza per il broker finanziario, anche per questa figura è necessario avere una preparazione economica.

Avere una laurea in Economia è senza dubbio il primo step per diventare un trader finanziario nella vita. Non è infatti sufficiente conoscere le teorie economiche a grandi linee, dal momento che è necessario riuscire a comprendere l’andamento del mercato.
Anche coloro che sono laureati in Matematica o in Scienze statistiche possono aspirare a diventare un trader nella vita.

Come si è detto in precedenza questo è solo il primo scalino da superare, dal momento che spesso non è sufficiente. Per avere una preparazione completa serve infatti uno studio specifico delle tecniche del trading e quindi dei metodi che servono per svolgere le analisi.

Il consiglio è quindi quello di frequentare un master che possa essere specifico in quest’area e nel frattempo cominciare ad allenarsi con le demo gratuite e a studiare sugli approfondimenti online.
Un corso completo, che ci sentiamo di consigliarvi, è quello di scuola di trading, che può essere seguito anche da principianti.

Come diventare trader: tutti possono investire online?

L’assunto di base, che tutti devono comprendere, è che ciascuno di noi può diventare un trader. I sistemi di trading sono infatti sono aperti a tutti e investendo i propri soldi si possono aprire o chiudere posizioni.
Per guadagnare si devono però avere delle competenze e per riuscire a non perdere i soldi si devono rispettare delle regole.

Quindi sì tutti possono essere trader finanziari amatoriali, ma non tutti possono invece riescono a guadagnare da questa attività. Per riuscire ad ottenere dei guadagni da questo tipo di investimenti si deve infatti essere in grado di comprendere il mercato.
Fare il trader non è di certo semplice, ma con un po’ di studio e di passione si possono anche riuscire ad ottenere dei risultati.

Come diventare un trader professionista: quali mansioni svolge?

Un trader professionista è ben altro da quello che abbiamo descritto in precedenza, dal momento che ha la responsabilità di investire soldi non suoi. In questo caso la persona deve investire ingenti capitali per conto di terzi, che si fidano della sua esperienza e professionalità.

Per riuscire a diventare trader per una grande compagnia o per un fondo si deve ovviamente essere molto preparati. Per questo mestiere si deve essere laureati in economia, avere alle spalle esperienza e soprattutto si deve dimostrare un ottimo senso degli affari.

Non solo la preparazione economica sarà importante, ma anche la conoscenza della lingua Inglese sarà un requisito da non sottovalutare. Il mondo della finanza è incentrato su Wall Street e di conseguenza non è possibile operare in questo mondo senza un’adeguata conoscenza di questa lingua.

La funzione principale di un trader finanziario professionista è quella di investire per conto di terzi e riuscire a ottenere dei ricavi. Per fare ciò deve scegliere l’asset su cui investire, stabilire la quantità di denaro da destinare all’azione e soprattutto scegliere quale mercato è il più idoneo.

Quanto guadagna un trader professionista?

Come per i broker gli stipendi in questo campo sono piuttosto differenti e dipendono dai capitali che muove il trader. Ovviamente è ben diverso se egli agisce per guadagnare qualcosa in più o se lo fa per mestiere.

Un trader professionista ha uno stipendio che varia a seconda delle sue responsabilità e dallo stress che deve gestire. In ogni caso i trader che lavorano per grandi istituti di credito o per dei fondi hanno uno stipendio mensile che si aggira intorno ai 5.000 euro al mese.

Questa è solo una stima generica, che può variare di molto in base all’esperienza e alle responsabilità che il trader ha.
Per i trader che invece effettuano queste operazione in modo amatoriale i guadagni dipendono da molti fattori.

Non è possibile fare una stima in questo caso dal momento che dipenderà molto da quale capitale viene investito, quali sono i rischi che si corrono e l’esperienza che si ha in questo campo.

Come diventare trader: consigli per iniziare

Prima di iniziare la vostra attività dovrete fare dei primi passi che vi permetteranno di impostare il vostro lavoro nel modo giusto. In primis dovrete infatti studiare in modo approfondito gli strumenti con cui si opera sul mercato e come impostare le vostre strategie di trading.
Questo è il primo modo per non perdere soldi e cominciare con il piede giusto la vostra avventura da trader.

Sarete inoltre voi stessi a decidere il tempo da impiegare nell’attività e se vorrete trasformarla in un vero e proprio mestiere, o mantenerla un semplice hobby.
In base a ciò stabilirete che tipo di strumenti finanziari utilizzare e come impostare le vostre strategie di attacco.

Un trader professionista ha ovviamente un modo diverso di operare sul mercato, dei budget differenti e una strategia strutturata in un determinato modo. Invece chi fa questo tipo di lavoro solo come un passatempo avrà un modo di operare differente, che dovrà prendere anche in esame le sue attività quotidiane e lavorative.

Il consiglio migliore che possiamo darvi è però quello di partire sempre dalle demo dei broker, dove è possibile sperimentare le strategie di investimento senza però perdere soldi reali. In queste piattaforme di prova è difatti possibile applicare le proprie strategie, ma senza investire dei soldi reali, dal momento che funzionano con soldi virtuali.

In questo modo non guadagnerete nulla, ma comunque non perdere i vostri soldi, che soprattutto nel primo periodo è un elemento molto importante.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro"

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.