Come andare dallo psicologo (quasi) gratis attraverso l’Asl: regole, tempi e modalità

Caterina Gastaldi

16 Novembre 2022 - 19:02

condividi

La salute mentale ha un ruolo importantissimo per il benessere del singolo e della società. È possibile andare dallo psicologo gratuitamente? Ecco come fare senza bonus e con l’Asl.

Come andare dallo psicologo (quasi) gratis attraverso l'Asl: regole, tempi e modalità

La salute mentale ha acquistato, nel corso dell’ultimo periodo, sempre più importanza. Il bonus psicologo, da un lato, ha sicuramente permesso a molti di iniziare ad andare dallo psicologico e, dall’alto lato, ha evidenziato come nel Paese manchi un vero e proprio supporto statale. Una questione già sollevata dall’ordine degli psicologici in passato.

La terapia è ancora un lusso per pochi e proprio per questo è difficile come e se è possibile risparmiare sul percorso dallo psicologo. In teoria, infatti, le figure dello psicologo e dello psicoterapeuta sono state riconosciute come irrinunciabili anche dal ministero. L’assistenza dovrebbe essere quindi disponibile ai cittadini, anche gratuitamente, esattamente come accade per la salute fisica. In pratica però sono le singole regioni a doversi organizzare autonomamente e spesso i fondi sono insufficienti.

Ecco come poter andare dallo psicologo gratis o a prezzo ridotto in Italia.

Come andare dallo psicologo gratuitamente

Ricevere assistenza per la salute mentale gratuitamente è possibile rivolgendosi all’Asl: prendendo appuntamento si ha accesso a una prima seduta gratuita. Le seguenti, invece, saranno a pagamento ma a un prezzo ridotto e inferiore rispetto alle sedute private.

Questa opzione è disponibile per tutti, ma le regole cambiano di regione in regione. La possibilità di andare dallo psicologo totalmente gratis tuttavia al momento non è ancora prevista in Italia.

Psicologo dell’Asl: quali sono i tempi e i costi

Dopo la prima seduta gratuita, le successive avranno un prezzo variabile, a seconda di quanto previsto dall’Asl di zona. Infatti dov’è disponibile questo servizio nel costo del ticket (quindi circa 35 euro al massimo) sono incluse solitamente dalle 5 alle 8 sedute. Ogni singolo consultorio saprà dare informazioni più precise al riguardo. Nel caso in cui il servizio non fosse disponibile, potrà indicare una sede alternativa.

Il problema che molti possono riscontrare con questa modalità è l’attesa. Psicologi, psichiatri, e psicoterapeuti che lavorano nella sanità pubblica non sono molti e spesso sono impiegati nei reparti degli ospedali. Non essendoci personale sufficiente per coprire tutte le richieste, i tempi di attesa possono rivelarsi estremamente lunghi: dalle settimane ai mesi, in base alle priorità e ai casi più gravi.

Psicologo, come prendere appuntamento all’Asl

In alcune Asl è possibile richiedere appuntamento direttamente in sede. In alternativa ci si può rivolgere al proprio medico di base per ottenere un’impegnativa. Questa permetterà di accedere alla quantità di sedute prescritte.

Siccome le modalità possono cambiare a seconda dell’Asl cui ci si rivolge e per questo è consigliabile chiamare per chiedere informazioni sull’iter da seguire. Purtroppo bisognerà armarsi di molta pazienza. L’impegnativa, infatti, non permette di diminuire i tempi e potrebbe essere necessario rivolgersi a diversi ospedali o consultori, per trovare la soluzione migliore.

Chi può andare dallo psicologo gratis

Il servizio di psicologo pubblico delle Asl è accessibile indipendentemente dalla fascia di reddito. Chi è esentato dal pagamento del ticket potrà usufruire anche di questa possibilità.

Psicologo gratuito: alternative all’Asl

Oltre al supporto delle Asl si possono trovare diverse alternative nella propria regione, provincia, o città. Al contrario dell’opzione precedente però queste spesso sono indirizzate a categorie specifiche.

Alcune alternative sono:

  • scuole e università. Non è raro che gli istituti scolastici offrano supporto di questo tipo agli studenti;
  • associazioni volontarie di sensibilizzazione al problema. In questo caso possono offrire una o due sedute gratuite, magari in particolari periodi;
  • psicologi professionisti. Alcuni studi offrono sedute gratuite o a prezzi bassi a persone in stato di fragilità;
  • enti o associazioni per la cura di malati di particolari patologie. Chi soffre di gravi patologie può trovare supporto psicologico presso enti specifici;
  • alcuni ospedali possono offrire direttamente un servizio gratuito. In questo caso bisogna informarsi direttamente alla sede, anche per via telefonica.

Le alternative, pur esistendo, spesso mettono a disposizione solo una o poche sedute gratuite. Sono comunque un modo per dare inizio a un percorso per la propria salute mentale, rivelandosi particolarmente utili per chi è in dubbio, o in un momento di crisi.

L’alternativa più immediata è quella dello psicologo privato. Il prezzo può variare tra i 45 euro fino anche oltre i 100 euro a seduta. A influire sul costo sono diverse variabili, dalla zona in cui ci si trova, fino al tipo di aiuto che si sta cercando (più o meno specializzato).

Le realtà che offrono sedute online hanno prezzi più contenuti di quelle fisiche, e spesso permettono di fare una prima seduta conoscitiva. Questa opzione può anche essere disponibile negli studi classici.

Iscriviti a Money.it